Home / Editoriali / CrossRoads / Universal – Anathema

Universal – Anathema

Tra il 2010 ed il 2012,  con We’re Here Because We’re Here, Falling Deeper e Weather Systems gli Anathema hanno cambiato anima profondamente, migrando dalle origini doom metal ad un progressive rock moderno e melodico nella scia di Steven Wilson e della Kscope Records. Questa svolta sono approdati a live sempre più intensi, guadagnando i favori della critica di settore. Ora sono una realtà. Il progetto dei fratelli Cavanagh è una macchina perfetta che incontra i gusti di diverse generazioni, quelle che hanno amato i Pink Floyd e quella che ama i Porcupine Tree. Il bellismo DVD-blu ray documenta un loro meraviglioso concerto all’Ancient Roman Theatre di Philippoplis con la The Plodiv Philharmonic Orchestra. Gli ultimi dischi degli Anathema hanno una spiccata propensione ad aperture sinfoniche e quindi ascoltare e vedere eseguire brani come Untouchable, Part 1 e  Part 2, Dreaming Light, The Beginning and the End è un esperienza 5.1 surround assoluta. Le riprese sono fantastiche perchè firmate dalla regia di Lass Hoile (regista di video di numerosi artisti, tra cui Steven Wilson, Porcupine Tree, Opeth, Dream Theater). Universal è un’esperienza live da salotto da non perdere .

Universal – trailer

Suggestions

Ti potrebbe interessare...

a_sort_of_homecoming

A sort of homecoming – Anathema

Può una band come quella degli Anathema spogliarsi dell’elettricità e continuare a mantenere quel mood …

Leave a Reply