Home / Recensioni / Album / Mirror Bride – Sin Ropas

Mirror Bride – Sin Ropas

sinropas_coverE’ suggestione folk. E’ danza sciamanica d’incipiente tempesta elettronica. E’ un’alba di suoni ancestrali dove la melodia si fa strada in una coltre di chitarre grezze. Tim Hurley e Danni Iosello disegnano percorsi dell’anima con la stessa attitudine dei Velvet Underground. Mirrod Bride è un viaggio caustico nei meandri dell’anima di un amore finito e di tutto quello che ne segue. C’è lo spirito dei primi Doors in brani come la title-track e Turniquet. Ci sono i Mad Season nel capolavoro Broken Beaches. In Crows affiorano i Beach Boys. In Brush for this c’è il Thom Yorke senza sperimentazioni eccessive che improvvisa un mantra senza tempo con Neil Young e David Tibet. Sono ben sedici anni che questo duo polistrumentale della North Caroline sorprende con queste intuizioni pop-rock alternative che riescono sempre a regalare avventure sonore molto particolari, e questo forse perchè semplicemente “sentono il mare dentro della musica”. Sono talmente artisti dentro che Mirror Bride verrà pubblicato insieme ad un libro di racconti scritti da Iosello (edito dalla Errs Press) e ad un audiolibro con lo stesso titolo, con letture di Tim Rutili, Angela Bettis, Haley Bonar, Tim Hurley e altri.
Per tutti quelli che si vogliono ancora sorprendere nell’ascolto di un disco.

Credits

Label: Jealous Butcher Records – 2016

Line-up: Tim Hurley e Danni Iosello.

Tracklist:

1.Save Me a Place
2.Crows
3.Brush for This
4.Silver Brow
5.Summer Bug
6.Broken Beaches
7.Mirror Bride
8.Tourniquet
Links:Facebook

Album – Streaming

Ti potrebbe interessare...

Guarino_rec

Io, Tu e le Altre – Francesco Guarino

Francesco Guarino è un cantautore italiano originario di Sassari ma da diversi anni ormai in …

Leave a Reply