Home / Editoriali / CrossRoads / A sort of homecoming – Anathema

A sort of homecoming – Anathema

a_sort_of_homecomingPuò una band come quella degli Anathema spogliarsi dell’elettricità e continuare a mantenere quel mood e quelle atmosfere epiche che caratterizzano i loro sound post-progressive? La risposta è tutta in questo live unplugged tenutosi il 7 marzo 2015 nella suggestiva cornice della Cattedrale di Liverpool, la loro città natale.
Vincent Cavanagh della band afferma: “Sono davero felice che ci sia una testimonianza di questa notte così particolare. Come può confermare chiunque dalle parti di Liverpool avere la possibilità di esibirsi in un luogo immenso come la cattedrale anglicana, è un onore pazzesco; solo a guardare la copertina sembra di essere a Erebor!”

Lasse Hoile “cattura” alla perfezione i 100 minuti acustici del set in alta definizione; ben 15 i brani eseguiti dal trio acustico composto da Daniel Cavanagh, Vincent Cavanagh e Lee Douglas, cui si è aggiunta la sezione ritmica di John Douglas e Jamie Cavanagh, oltre al talentuoso violoncello di David Wesling, già visto in Hindsight (2009) e in A Moment In Time (2006).
Per l’occasione si è unita alla band la nota violinista Anna Phoebe per una suggestiva versione di Anathema.
A sort of homecoming si contrappone al live show immortalato in Universal diretto dallo stesso Lasse Hoile, con una sottrazione di impeto elettrico si riesce lo stesso a preservare la densità sonica degli Anathema. Un live che funziona dal primo all’ultimo brano grazie ai dialoghi vocali unici tra Vincent Cavanagh e Lee Douglas e l’arte di Daniel Cavanagh nell’inventare suoni e atmosfere con una semplice chitarra acustica.
L’audio è stato prodotto e mixato da Christer-André Cederberg che ha lavorato anche nei precedenti album Distant Satellites, Universal e Weather Systems. E’ la prima uscita live per gli Anathema in audio 5.1 (curato da Bruce Soord, leader dei Pineapple Thief). Ancora una volta un’esperienza live da non perdere. La solennità della musica degli Anathema si spande dalle navate della cattedrale di Liverpool direttamente nel salotto di casa vostra.

A sort of homecoming – trailer

Ti potrebbe interessare...

teide_2390

Teide 2390 – Nosound

Nell’ultima decade i Nosound sono l’unica band italiana ad essere riuscita ad esportare a livello internazionale …

Leave a Reply