Home / Recensioni / Album / Ultra Mono – Idles

Ultra Mono – Idles

idles-ultra-mono_2Nel silenzio del lockdown riemerge l’essenza del punk rock. Riemergono degli Idles fottutamente incazzati. Perchè questi sono giorni tali da non essere calmi. La semplicità dei testi è portata all’estremo. Gli slogan di una ribellione interiore contro la situazione socio-economica ed ambientale diventano filastrocche per bambini, per ripetere e liberare tutta quell’energia sopita, come un mantra indiavolato e catartico. Quei i riff punk che si increscapano di metallo, quelle chitarre sghembe che segnano il ritmo sempre più avvolgente del vortice di parole gridato a tratti rappato di Talbot. La produzione di Nick Launay (Nick Cave and the Bad Seeds, Anna Calvi, Yeah Yeah Yeahs and Arcade Fire) esalta i suoni grezzi, accentuando il mood di urgenza e bollore che rende memorabili brani come War, Grounds, Reigns. Accanto al granitico impianto sonoro della band di Bristol si affiancano in alcuni pezzi, ad amplificare le atmosfere apocaliptiche, straordinari musicisti come Kenny Beats per il programming, Warren Ellis per backing vocals e Colin Webster per un imponente sassofono. L’inizio e la struttura armonica portante di A Hymn sembra ammiccare alla Varanasi Baby dei nostrani Afterhours, creando un link sottile prevedibile tra chi ama la potenza espressiva del punk e del noise. Ultra mono è un pugno dritto allo stomaco delle vostre convinzioni, ha un suono valvolare incalzante che smuove coscienze senza grossi concetti intellettuali, ma con la semplice forza dell’impatto sonoro, sia esso generato da uno strumento o dalla voce di un uomo, che vuole rivendicare solo di restare umano, di “essere amato”. Quando il punk ritorna più incazzato che mai, gli Idles  riportano alla vita il morente Rock di questi ultimi anni con due ultime insufflazioni, fregandosene delle sospensioni in atto!

Credits

Label: Partisan – 2020

Label: Joe Talbot (lead vocals) – Adam Devonshire (bass guitar, backing vocals) – Mark Bowen (lead guitar, production) – Jon Beavis (drums) – Lee Kiernan (rhythm guitar).

Tracklist:

1. War
2. Grounds
3. Mr. Motivator
4. Anxiety
5. Kill Them With Kindness
6. Model Village
7. Ne Touche Pas Moi (feat. Jehnny Beth)
8. Carcinogenic
9. Reigns
10. The Lover
11. A Hymn
12. Danke
Link: Sito Uffciale.

War – Video

Album – streaming

Ti potrebbe interessare...

Tindersticks - Distractions

Distractions – Tindersticks

Si fatica a credere che le canzoni di questo tredicesimo album dei Tindersticks siano Distractions, …

Leave a Reply