Home / Recensioni / Album / In a poem unlimited – U.S. Girls

In a poem unlimited – U.S. Girls

recensione_usgirls-inapoem_IMG_201804In a poem unlimited è il nuovo disco di Meg Remy, in arte U.S. Girls. Oltre il #metoo, oltre qualunque posa da femminista post moderna, semplicemente oltre e a modo suo. Testi e musica che dipingono il ritratto della donna del 2018 incastonata tra le strutture della società. Un disco funk al limite del danzereccio che si spinge più in là di facile etichette. Potente, semplice, ricercato. Mad as hell è un brano contro la guerra che va a scomodare vecchi fantasmi di una storia bugiarda, mentre Why do I lose my voice when i have something to say è un pezzo spoken word che si riprende tutte le cose non dette rivendicando tutte le donne del mondo. Urgenza e spontaneità dalle tinte pop glam gustosamente leggere con tratti acidi che calzano a pennello. Rage Of Plastics è un’altra cavalcata eseguita da un sax energico e un pianoforte in fuga fascinosa, così come Poem una nenia magnetica in salsa electro pop. Visionario, attuale, un disco icona delle sfumature e delle rivendicazioni fuori da ogni categorizzazione. Puro.

Credits

Label: 4AD – 2018

Line-up: Meghan Remy

Tracklist:

  1. Velvet4sale
  2. Rage of plastics
  3. M.A.H.
  4. Whay do i lose my voice when i have something to say
  5. Rosebud
  6. Incidental boogie
  7. L’-over
  8. Pearly Gates
  9. Poem
  10. Traviata
  11. Time

Link: facebook, sito ufficiale

In a poem unlimited – streaming

Mad As Hell – video

Ti potrebbe interessare...

mccartney-egypt-station

Egypt Station – Paul McCartney

L’infaticabile Paul mette a segno un altro colpo, il diciassettesimo da solista. La biografia di …

Leave a Reply