Home / Recensioni / Album / Feed the machine – Nickelback

Feed the machine – Nickelback

feed_the_machineA volte ritornano e convincono. I Nickelback non hanno bisogno di presentazioni. E’ quasi un ventennio che rappresentano il rock canadese più mainstream. Quel rock che non sbaglia mai le ballate scala-classifiche e le canzoni confezionate ad arte su riff incisivi ed emozioanalmente coinvolgenti. La band di Chad Kroeger riemerge alla grande da un brutto periodo fatto di storie d’amore tormentate (Chad ha divorziato da Avril Lavigne)  e da dispute legali dovute alle cancellazioni di alcune date del loro ultimo tour a causa dell’operazione sostenuta da Chad alle corde vocali per l’asportazione di una cisti.  Feed the machine è un disco onesto. Si parla d’amore e politica. Quando si affronta il tema della fine di un amore ci si muove nelle trame della ballad perfetta con Song on Fire, dove i Nickelback si autocitano e giocano sul velluto. La title-track è un brano politico, palesemente critico verso questa nuova era di Trump, un ciarlatano che usa esche di sporche menzogne per soggiagarci, attraverso una macchina perfetta che si alimenta di noi per diffondere un falso credo. In questo brano come in Coin for the Ferryman e For the river si esalta l’ alternative-rock di matrice post-grunge che caratterizzò il sound dei Nickelback sin dalla famosissima hit How You Remind Me. Riescono a modulare le atmosfere lungo tutta la tracklist, perchè l’obiettivo è non perdere l’attenzione dell’ascoltatore radiofonico americano. In piena era della musica in streaming, stiamo parlando di un disco che nei primi mesi d’uscita ha venduto tantissimo in USA. Non è un delitto avere un successo commerciale se dietro c’è sostanza, al contrario di quello che sta accadendo oggi in Italia. Per chi ama gli assoli, l’hard-rock ricco di riff taglienti, il risorgere del rock forse passa anche attraverso i Nickelback.

Credits

Label: BMG Music – 2017

Line-up: Chad Kroeger (voce, chitarra) – Ryan Peake (chitarra, tastiera, cori) – Mike Kroeger (basso) –
Daniel Adair (batteria, cori).

Tracklist:

01. Feed the Machine
02. Coin For The Ferryman
03. Song on Fire
04. Must Be Nice
05. After The Rain
06. For The River
07. Home
08. The Betrayal (act III)
09. Silent Majority
10. Every Time We’re Together
11. The Betrayal (act I)
Link: Sito ufficiale

Album – streaming

Song on Fire – video

Ti potrebbe interessare...

JamesAndTheButcher_PlasticFantastic

Plastic Fantastic – James and the Butcher

Ci sono molti modi per esprimere l’oscurità ed i vortici interiori del proprio Io. Uno …

Leave a Reply