Home / Recensioni / Album / Orfani per desiderio vol.1/2/3 – Angelo Sicurella

Orfani per desiderio vol.1/2/3 – Angelo Sicurella

recensione_angelosicurella-orfaniperdesiderio_IMG_201704Non chiamatelo “album”. Orfani per desiderio non lo è, non lo vuole essere. Orfani per desiderio vuole essere forse un contenitore dalla forma elastica e indefinibile. Musica, testi, artwork, tipologia di distribuzione del prodotto: tutto è fatto per impedire di collocare questo lavoro su uno scaffale specifico (fisico o mentale, che sia).
Quello che poteva essere un disco è stato suddiviso in tre ep, distribuiti in un lasso di tempo lunghissimo (da Dicembre 2015 a Marzo 2017), accompagnati da tre artwork realizzati con tecniche differenti da tre diversi artisti palermitani (compaesani dello stesso Sicurella) e tre videoclip che vanno a comporre una trilogia.
Un contenitore, dicevamo, ma per contenere cosa? Tanta passione prima di tutto, e forse ancor più cuore, anima e umanità. Tutto nasce dai tragici eventi che sono accaduti nel 2013 (e che troppo spesso continuano ad accadere) lungo le coste vicino a Lampedusa. In quell’evento persero la vita più di 350 migranti in un mare pressoché calmo. Un’assurda tragedia che non ha lasciato indifferente l’Italia intera ma soprattutto i siciliani. Già con gli Omosumo, Angelo Sicurella aveva espresso il suo modo di intendere l’arte, praticamente inscindibile dagli eventi che accadono intorno a noi e che toccano (con violenza e prepotenza) le vite e la dignità degli uomini. Con Orfani per desiderio l’artista palermitano continua ad esprimere il suo pensiero sfruttando un mix innovativo di cantautorato, elettronica, melodie pop e dissonanze. La sperimentazione riesce a fondersi ad una concezione più popolare della musica, su una strada che per l’attitudine può ricordare quella di Battiato.
L’incredibile estensione e versatilità vocale sono il perno principale sul quale ruota attorno un perfetto e complesso ingranaggio composto da suggestive e sorprendenti intuizioni ritmiche, sonore e melodiche. I testi sono ermetici e spesso figurativi, a incorporare una componente visuale necessaria a completare un lavoro curato in ogni dettaglio.
Lascio a voi trovare in ogni brano un pezzo delle vostre anime, e dei sogni infranti di chi non ce l’ha fatta e di chi ancora spera nel futuro. Orfani per desiderio è un grande abbraccio, pieno di dolore e di amore, o più semplicemente di vita.

Credits

Label: Urtovox – 2016/2017

Line-up: Angelo Sicurella (musica e testi); artwork di Manuela di Pisa, Igor Scalisi Palminteri, Lorenzo Passanante; video di Manuela Di Pisa

Tracklist:

  1. vol.1 – Orfani per desiderio
  2. vol.1 – Lingua sul cemento
  3. vol.1 – Bruciano
  4. vol.2 – Carlotta
  5. vol.2 – L’amore non ci trova più
  6. vol.2 – La cosa più cara
  7. vol.3 – Qui il cielo è Strauss
  8. vol.3 – Klaus
  9. vol.3 – Sopra la barba del temporale

Link: Facebook

Orfani per desiderio vol.1/2/3 – streaming

Qui il cielo è Strauss – video

Ti potrebbe interessare...

algiers-underside

The underside of power – Algiers

Dopo la Brexit e Trump, dopo gli effetti devastanti della post-verità, la musica di oggi …

Leave a Reply