Home / Recensioni / Album / Drifter – Se Delan

Drifter – Se Delan

se_delan_cover_2016Justin Greaves, (già nei Crippled Black Phoenix) e la cantante svedese Belinda Kordic tornano con il loro sound denso di oscurità atemporale. Dopo l’acclamatissimo debutto The fall, si conferma la loro attitudine dark-wave, dove spirali di note concentriche trascinano l’ascoltatore in territori siderali inesplorati. Un flusso di coscienza senza coordinate che si distende tra chitarre alla Cure e atmosfere sinuose in stile Siouxsie and the Banshees. Pregevoli sono brani come Going home, In Obscura e Shadowbox(ers). C’è ipnosi, c’è disorientamento lisergico, c’è quel mood che può capitare di provare in una notte di disperazione da isolamento metropolitano. E’ un disco che sembra essere uscito dagli anni ottanta però con un approccio contemporaneo alla scrittura. Goticamente perfetto. I Se delan non sbagliano il secondo disco.

Credits

Label: Kscope records – 2016

Line-up: Justin Greaves – Belinda Kordic.

Tracklist:

  1. Going Home
  2. Ruined By Them
  3. Blue Bird
  4. All I Am
  5. In Obscura
  6. Blueprint
  7. Shadow Box(ers)
  8. Gently Bow Out
  9. She’s Wild
  10. Fear No Ghosts

Link: Facebook.

Shadowboxers – Video

Ti potrebbe interessare...

Copertina-A-Toys-Orchestra-Midnight-Again_2

Midnight Again – …A Toys Orchestra

Siamo intrappolati in un’eterna mezzanotte tra quello che siamo stati oggi e quello che vorremmo …

Leave a Reply