Home / Recensioni / Album / At Song Embassy, Papine, Kingstone 6 – Paolo Baldini Dubfiles

At Song Embassy, Papine, Kingstone 6 – Paolo Baldini Dubfiles

recensione_paolobaldini-dubfiles_IMG_201605DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6 è il racconto di uno stile musicale dalle sue radici. Paolo Baldini, produttore e dubmaster affermato, ha scelto per il suo ultimo lavoro di mettersi totalmente in gioco e ha voluto dare voce alla Giamaica, isola che ha dato i natali al reggae, in un progetto che è più di un disco, ma un esperimento antropologico in musica e immagini. Nei primi mesi del 2015, Paolo Baldini si è trasferito in Giamaica, dove ha montato uno studio mobile nella Song Embassy yard, nella località di Papine e per una settimana ha registrato in presa diretta le performance degli artisti locali che passavano da quelle parti. Una jam-session lunga una settimana in cui si alternano esibizioni live, registrazioni e reggae party, il tutto registrato e documentato cercando di mantenere intatta l’autenticità di quello che stava accadendo. Al ritorno in Italia, la post-produzione in studio rivela un materiale “sporco”, da lavorare con cura affinché non perda le sue caratteristiche di energia ed eccezionalità perché impossibili da ricreare. Fondamentali i compagni di quest’avventura: Mellow Mood, Forelock (voce degli Arawak), Davide Toffolo (voce dei Tre Allegri Ragazzi Morti) e l’antropologa Mimina Di Muro. Il risultato è tutto racchiuso nel disco e nel documentario che lo accompagna, pubblicati per la neonata etichetta La Tempesta Dub, sub-label de La Tempesta Dischi, nata proprio per sostenere progetti di valore come questo e supportare i talenti emergenti della scena giamaicana. Canzoni reggae molto potenti che vengono esaltate dal lavoro in studio che pone l’accento sulla vivacità ed eterogeneità dei toni e degli stili: i ritmi da ballare contenuti in Never get me down e Keep the vibes on, oppure le session più ispirate e spirituali come in Thank you Jah. Nel disco tutte le anime che lo compongono sembrano magicamente vibrare all’unisono, quasi incredibilmente se si pensa alla natura jam del progetto e alla registrazione “spontanea” dei pezzi, questo a testimonianza sia del grande lavoro di Paolo Baldini come dubmaster, sia dell’anima vivente e universale intrisa nel reggae. Un disco di contaminazione, di incontro e di racconto che vale la pena di ascoltare.

Credits

Label: La Tempesta Dub – 2016

Line-up: Paolo Baldini (dubmaster) – Mellow Mood (voce) – Forelock (voce) – Davide Toffolo (voce)

Tracklist:

  1. Kingston 6 / ft. King Kamptha
  2. Song embassy medley #1 / ft. Micah Shemaiah, Juba Lion, Crucial Bankie & DXL
  3. June / ft. TJ
  4. Thank you Jah / ft. Juba Lion
  5. Never get me down / ft. Jah Saya
  6. Herbsman Juggling / ft. TJ
  7. Song Embassy Medley # 4 / ft. Reggie Hammer, Daddy John & Obi Ranks
  8. Boom (Wah Da Da Deng) / ft. Hempress Sativa
  9. Song Embassy Medley # 2 / ft. Stevador, Joseph I & Wappy King
  10. Song Embassy Medley # 3 / ft. Damas, The Gideon and Selah & Hempress Sativa
  11. Majesty / ft. Positive B
  12. Come Now / ft. Simple Rattigan
  13. Fathe Dub / ft. I-Waata
  14. Keep the Vibes On / ft. Carey Johnson
  15. Rise Out Of Poverty / ft. Don Carl
  16. Wwlcome To Ja / ft. Soulji

Link: Sito UfficialeFacebook

Paolo Baldini DubFiles – Song Embassy Medley #1 – video

At Song Embassy, Papine, Kingstone 6 – streaming

Ti potrebbe interessare...

IMG_5040

Sprecato – James Jonathan Clancy

La notte dell’anima non ha confini. Il castello del nostro Io più profondo non potrà …

Leave a Reply