Home / Recensioni / Album / Troppo Tardi – Giancarlo Frigieri

Troppo Tardi – Giancarlo Frigieri

Giancarlo Frigieri torna con il settimo album, un nuovo progetto solista realizzato con chitarra e voce, gli strumenti tipici del cantautore che in questo caso però vengono sfruttati in maniera differente, atipica e molto personale. Può capitare quindi che ne Il Chiodo le parole sussurrate “zitti tutti” simulino alla perfezione il suono delle spazzole su una batteria, oppure che in Motivi Familiari la ritmica sia affidata alle parole “ti amo” in lingua finlandese mandate in loop, oppure ancora che in Elicotteri E Cani l’effetto percussivo sia affidato a respiri e feedback di chitarra. E proprio quest’ultima è usata in maniera non convenzionale anche in Fiori, dove l’assolo è composto dall’unione di parti di melodia di autori classici del novecento, e in Nakamura, brano esplosivo dai suoni acidi e distorti.
Gli otto brani, unici e corrosivi, rivelano però un tema comune: “E’ un disco che parla dell’accettazione della propria sconfitta”, rivela l’autore; riconoscere il fatto di essere stati sconfitti, di aver fallito in qualcosa è infatti visto come uno stimolo per ripartire.
E le otto storie raccontate sono esperienze di persone sconfitte, vissute però in maniera differente. Per alcuni la sconfitta è un incubo, per altri una liberazione, per altri ancora un’esperienza necessaria.
Giancarlo Frigieri si ripresenta con un tema importante e sempre attuale. Riesce a narrarlo in maniera eccellente lasciando ancora una volta un’impronta musicale unica.

Credits

Label: New Model Label – 2015

Line-up: Giancarlo Frigieri (Chitarra, Voce)

Tracklist:

  1. Nakamura
  2. Galleria
  3. Nel Mondo Che Faremo
  4. Elicotteri E Cani
  5. Il Limite
  6. Motivi Familiari
  7. Fiori
  8. Il Chiodo

Link: Sito Ufficiale

Il chiodo – video

Ti potrebbe interessare...

Copertina-A-Toys-Orchestra-Midnight-Again_2

Midnight Again – …A Toys Orchestra

Siamo intrappolati in un’eterna mezzanotte tra quello che siamo stati oggi e quello che vorremmo …

Leave a Reply