Home / Recensioni / Album / Obostinate sermons – Johnny Mox

Obostinate sermons – Johnny Mox

mox_cover_2015Quest’epoca ha bisongno di sermoni? Gianluca Taraborelli aka Johnny Mox li distilla con l’arte sopraffina di loop immersi in nebulose gospel. Una voce essenzialmente blues che sa incresparsi di punk. Ogni brano è di forte impatto sonoro, ti catapulta in un’onda di noise spirituale che ti entra sotto pelle come una scarica elettrica improvvisa. Johnny Mox ha il dono della mutazione nella voce, ecco che riesce a passare da movenze alla Zack de la Rocha in Praise the Stubborn e O’ Brother a quelle alla Nick Cave in The Long Drape o a quelle del più sperimentale Tom Waits in The Winners. Obostinate sermons è una marcia sostenuta da discorsi rabbiosi di un reverendo laico indiavolato. Questo secondo lavoro di Johnny Mox conferma tutta l’attitudine che si era già manifestata nel precedente disco. Per chi ama il blues, il punk ed è arrabbiato verso questo perduto mondo.

Credits

Label: Woodworm – 2014

Line-up: Gianluca Taraborelli

Tracklist:

1. They told me to have faith and all I got was the sacred dirt of my empty hands
2. A War Sermon
3. Praise the Stubborn
4. Ex Teachers
5. O’ Brother
6. Endless Scrolling
7. The Winners
8. The Long Drape
9. King Malik
Link: Sito Ufficiale.

Obostinate sermons – Streaming

Suggestions

[amazon_enhanced asin=”B00SFOA8BY” /]

Ti potrebbe interessare...

Copertina-A-Toys-Orchestra-Midnight-Again_2

Midnight Again – …A Toys Orchestra

Siamo intrappolati in un’eterna mezzanotte tra quello che siamo stati oggi e quello che vorremmo …

Leave a Reply