Home / Recensioni / Album / Love Is The End – Mercury Drops

Love Is The End – Mercury Drops

covermdAscoltare l’esordio dei Mercury Drops è come infilarsi in un guardaroba per scegliere il vestito più adatto alla serata. Pezzi di ore passati davanti ad uno specchio, un po’ a pensare a come valorizzarsi, un po’ ad auto-adularsi (ma solo nella propria testa che se no si potrebbe passare per narcisisti) ed un po’ a cercare di capire cos’è che vogliamo tirar fuori da questa notte. Abiti neri, sicuramente tirati, perché il musicista straccione non va più di moda, immagini in bianco e nero, capelli sudati e luci ad intermittenza. Lo scorrere del disco è dettato dai beat di una cassa da metronomo, cui si affiancano spesso e volentieri i ritmi di un charleston in levare. A voler pensare male si direbbe che il gruppo formatosi a Milano sa quali corde toccare per stuzzicare l’ascolto, in maniera forse un po’ cialtrona. O magari l’attitudine dei tre ragazzi è quella di voler divertire, spingere al ballo e, quando l’atmosfera si è fatta abbastanza calda, lanciarsi nella mischia. Di musica in questo Love Is The End ce n’è tanta, forse un mix di molto di quello che ci è passato davanti negli ultimi trent’anni. A imbuto finiscono tra le note Bowie ed i Talking Heads, Lemons Are Kisses ci ricorda prima i Pixies e poi i Killers di Hot Fuss (a dire il vero questi richiamati più volte in maniera leggermente cut&paste) ed evidente è l’impronta beatlesiana nella conclusiva Love Is The End. Electro, pop, rock e new-wave si uniscono per dar vita a qualcosa di suadente quanto primitivamente osceno negli istinti che sembra risvegliare. Il risultato non è di certo un pastone ma un sapiente miscuglio di caratteri, espressioni ed attitudini diverse. Un miscuglio talmente sapiente da suonare però un po’ misurato, a volte rigido nel suo “voler essere”.

Credits

Label: Lunatik / Smoking Kills Records – 2009

Line-up: Jægh O.Z. – Fab – Diego Angelico Escobar

Tracklist:

  1. Boys
  2. A Girl
  3. 2 Drops
  4. Mechanical Man
  5. Yule
  6. My Mother Told Me
  7. Bye Bye Candy Candy
  8. Eisbear
  9. Lemons Are Kisses
  10. Love Is The End

Links:MySpace

Ti potrebbe interessare...

IMG_5040

Sprecato – James Jonathan Clancy

La notte dell’anima non ha confini. Il castello del nostro Io più profondo non potrà …

Leave a Reply