Home / Recensioni / Album / Sugar Rush – Nic Cester

Sugar Rush – Nic Cester

recensione_nickcester-sugar_IMG_201804Che Nic Cester, l’ex leader della band australiana Jet, amasse l’Italia è cosa nota. Le origini friulane lo portano ad avere radici ben ancorate al Paese a forma di stivale, tanto che ha voluto portarne un pezzo pure nel suo disco d’esordio da solista, Sugar Rush, inciso con la collaborazione dei Calibro 35. Dal vivo, invece, Cester si fa supportare da The Milano Elettrica, altro collettivo tutto italiano: nove elementi con due batterie e una sezione di fiati di cui fanno parte anche Sergio Carnevale (Bluvertigo e molto altro ancora), Daniel Plentz (Selton), Adriano Viterbini alla chitarra (Bud Spencer Blues Explosion), Raffaele Scogna al basso e Roberto Dragonetti alle tastiere (entrambi con Ghemon) e gli ottoni di Domenico Mamone e Paolo Ranieri.
Sugar Rush raccoglie tutte le strade musicali esplorate dal cantante australiano: ci sono il blues, il rock, la psichedelia, il tutto tenuto insieme da un’atmosfera vintage che rende ogni brano perfetto per una colonna sonora. Cester passa da atmosfere malinconiche, come il singolo Hard Times, ad altre più scanzonate, come Eyes on the Horizon, che ti catapulta direttamente negli anni ’60, passando per brani cupi come God Knows. La voce del ex leader dei Jet è graffiante, potente, quasi in contrasto con le musiche che l’accompagnano.
Sugar Rush è un album eterogeneo, ma compatto allo stesso tempo. Mostra un artista in grado di muoversi perfettamente a suo agio, stando in bilico tra il gusto retrò e la modernità, tra il cantautorato e il rock. Un album completo, che conquista ascolto dopo ascolto.

Credits

Label: Sester Music Pty Ltd – 2017

Line-up: Nic Cester – Calibro 35

Tracklist:

  1. Sugar Rush
  2. Eyes on the Horizon
  3. Psichebello
  4. Hard Times
  5. Strange Dreams
  6. Who You Think You Are
  7. On Top Of The World
  8. God Knows
  9. Not Fooling Anyone
  10. Little Things
  11. Neon Light
  12. Walk On

Links: facebooksito ufficiale

Hard times – video

Ti potrebbe interessare...

rare_birds_cover_18

Rare birds – Jonathan Wilson

Ritorna Jonathan Wilson con un terzo capitolo che è un caleidoscopio di atmosfere ispirate alla …

Leave a Reply