Home / Autostop / Chi è grunge muore solo suicida. In memoria di Chris Cornell.

Chi è grunge muore solo suicida. In memoria di Chris Cornell.

Chris-Cornell-Kirby-Center-Wilkes-Barre17 maggio 2017. È un giorno triste per la mia generazione, per quelli che portavano la camicia a scacchi aperta e fuori dai pantaloni, per quelli che negli anni novanta avevano già provato la delusione del finto boom economico. Gli idoli del grunge muoiono solo suicidi perchè sono schiacciati dal peso della vita. Questa morte ha lo stesso peso di quella di David Foster Wallace. Chi è grunge muore lentamente inside, è solo questione di quanto si riesca a far finta di non sentire quel sole nero che si porta dentro. Perdiamo una delle più belle voci rock di tutti i tempi. Era come un gatto, aveva mille vite. Partito con i Soundgarden a firmare e fondare un suono, un’epoca, il grunge non si è mai fermato artisticamente. Ha proseguito la sua carriera solista, sperimentando tanto anche con il pop e il rap. Non a caso legato a Jeff Buckley da amicizia e collaborazione (Sketches For My Sweetheart The Drunk). Con i Temple of the dog ha fatto emergere artisti come Eddie Vedder dei Pearl Jam. Dalle ceneri dei Rage Against the Machine ha fondato gli Audioslave, una delle band più interessanti nell’ambito del crossover degli anni 2000. Tutto possibile grazie ad una voce incredibile. Con quella voce poteva cantare qualsiasi cosa. Questa morte suicida è diversa da quella di Kurt Cobain. Quella di Cobain era anche e soprattutto una morte causata da una vita maledetta e difficile. Quella di Chris Cornell è una morte da schiacciamento dal peso della vita. Una morte grunge.

I woke the same as any other day
Except a voice was in my head
It said seize the day,
pull the trigger, drop the blade
And watch the rolling heads

The day I tried to live
I stole a thousand beggar’s change
And gave it to the rich
The day I tried to win
I dangled from the power lines
And let the martyrs stretch

Singing
One more time around
Might do it
One more time around
Might make it
One more time around
Might do it
One more time around
The day I tried to live

Words you say never seem
To live up to the ones
Inside your head
The lives we make
Never seem to ever get us anywhere
But dead

The day I tried to live
I wallowed in the blood and mud with
All the other pigs

Singing
One more time around
Might do it
One more time around
Might make it
One more time around
Might do it
One more time around
The day I tried to live

I woke the same as any other day you know
I should have stayed in bed

The day I tried to live
I wallowed in the blood and mud with
All the other pigs

And I learned that I was a liar
Just like you

The Day I Tried to Live Soudgarden

Ti potrebbe interessare...

autostop_cinemaritrovato_IMG_201606

Ritrovando la Città in uno schermo

Adoro la mia città. Tecnicamente non sono cittadino bolognese, ma partecipo alla vita della città …

Leave a Reply