Home / Recensioni / EP/Self Released / Fall – Teho Teardo & Blixa Bargeld

Fall – Teho Teardo & Blixa Bargeld

recensione_tehoteardoeblixabargeld_Fall_IMG_201704Nero luminosissimo, adagio andante. Blixa Bargeld e Teho Teardo continuano la loro collaborazione pubblicando l’ep Fall per l’etichetta Specula Records. Il lavoro contiene quattro tracce: la cover Hey Hey My My di Neil Young e tre inediti Ziegenfisch, Testosteron Sklaven e Bianchissimo.
Succhiare l’essenza di un pezzo e reinventarne le arterie che gli danno respiro. Gli archi spingono il climax, il clarino basso lo carezza, la chitarra baritona ne segue i palpiti. Greve, lirico, urgente, il brano di Young vive di altre energie espressive. La ricerca e la sperimentazione sono un tracciato chiaro da seguire per Teho e Blixa che riescono, anche stavolta, ad intrecciare perfettamente echi post-indistrial e guizzi dada: “Ho superato la membrana / Do via lino bianco pulito a tutte le anime del Purgatorio / Ho un negozio di biancheria che si chiama Bianchissimo”. Farsi spazio nel lager di parole casuali e a postissimo.
Delle violenze primarie e banali erette a costume, della caduta di esseri deboli, l’avanguardismo che ama de-costruire linguaggio e senso: Fall urla tagliente e ironico.
Il tappeto sonoro a cura di David Coulter alla sega musicale, Gabriele Coen al clarino basso, mentre la sezione di archi è affidata a Vanessa Cremaschi ed Elena De Stabile al violino, Ambra Michelangeli e Stefano Azzolina alla viola, Laura Bisceglia e Giovanna Famulari al violoncello.
Breve, intenso lavoro musicale per sgranocchiare con le orecchie altri mondi.

Credits

Label: Specula Records– 2017

Line-up: Blixa Bargeld, Teho Tehardo

Tracklist:

  1. Hey Hey My My
  2. Ziegenfisch
  3. Testosteron Sklaven
  4. Bianchissimo

Link: sito ufficiale Teho Teardo, facebook Teho Teardo

Hey Hey, My My – YouTube

Ti potrebbe interessare...

recensione_unorsominore-unavallechebrucia_IMG_201707

Una valle che brucia – unòrsominòre.

Emiliano Merlin, in arte unòrsominòre, deve appartenere a quella schiera di ostinati e contrari di …

Leave a Reply