Home / Recensioni / Album / Astral – Cacao

Astral – Cacao

astral_cacaoClimax ascendenti di suono. Note che plasmano lo spazio-tempo, creando convessità di melodia ipnotica. E’ facile danzare in questi viaggi ASTRALi. Dietro movenze math-rock c’è la consapevolezza della melodia che nasce dalla sola accoppiata basso e chitarra. Diego Pasini e Matteo Pozzi tracciano rette di ritmo tra poli opposti di genere: anni ottanta vs anni novanta, kraut-rock vs tribalità afro-brasiliane, il liscio romagnolo vs l’ambient, Beatles vs Pink Floyd. Questi scontri-incontri sonici albergano in brani strumentali come Roboto, Gundammo, High Hitler e Brasilio. Pochi effetti speciali perchè con gli strumenti a corde si può partire per qualsiasi meta. Musica che non stanca mai, ti spinge sempre ad aspettare la fine di ogni brano che sarà legato all’inizio del successivo per ritrovarti tra i due anelli della catena forgiata da questo incredibile duo. Per chi si vuole ancora sorprendere con il rock strumentale.

Credits

Label: Brutture moderne – 2016

Line-up: Diego Pasini (bass) – Matteo Pozzi (guitar).

Tracklist:

1. Roboto
2. Gundammo
3. High Hitler
4. Odeon
5. Lulù
6. Shumi
7. Brasilio
8. A8
9. Contadini
10. Anno 1000
Links:Facebook.

Album – streaming

Cacao – Roboto (NOT THE VIDEO) – Video

Ti potrebbe interessare...

Emanuele Colandrea -cover album_web

Belli Dritti Sulla Schiena – Emanuele Colandrea

Dieci canzoni schiette che danno del tu alle residue speranze di un monologo interiore tra …

Leave a Reply