Home / Recensioni / Album / Film O Sound – Adriano Viterbini

Film O Sound – Adriano Viterbini

recensione_adrianoviterbini-filmosound_IMG_201510Un esordio che aveva lasciato tutti un po’ senza voce, quello di Adriano Viterbini con Goldfoil. Il 23 Ottobre il musicista romano mira a rifarlo. Film O Sound si intitola. Come il proiettore a bobine nato negli anni ’40, compatto e portatile che rende perfettamente se utilizzato come amplificatore per chitarra elettrica.
Questo disco è un blues suonato da qualche parte, tra qualche bicchiere di vino e un altro ancora, insieme a tanti amici, con di fronte una strada a perdersi oltre l’infinito. Tubi innocenti, primo brano, è un inchino alla musica africana con i suoi ritmi vorticosi cari ai tuareg. Così come anche Nemi: è un ritorno di echi lontani, sfumati in arpeggi dalle tinte blu che carezzano le schiene bionde del deserto. Viterbini ferma il tempo, traspone luoghi. E allora siamo ovunque, non più qui. Magari ci troviamo in Kenia ad ascoltare la dolce melodia di Malaika, canzone d’amore appartenente alla cultura pop keniota. Un canto Swahili trasformato dal gusto del musicista in qualcosa di più vicino alle sonorità messicane impreziosite dalla tromba suonata con profonda ispirazione. Tunga Magni, invece, ci sposta nel Mali dove incontriamo una figura imponente come Boubacar Traore che a 73 anni è un perno della musica moderna maliana e Viterbini rilegge un suo brano col rispetto che si custodisce per i maestri. Poi arriva Five hundred miles ad addolcire ancora di più l’atmosfera: una rivisitazione perfettamente in equilibrio tra il malinconico e il sognante.
Ma il blues esplode davvero con Bring it on home in una versione del brano di Sam Cook: chitarra elettrica scarna e una voce soul da brivido, quella di Alberto Ferrari dei Verdena.
Se volete chiudere gli occhi e godere del vento in faccia, se volete fare del viaggio metafisico un viaggio reale, o più semplicemente se vi piace da matti il suono della chitarra.

Credits

Label: Bomba Dischi – 2015

Line-up: Adriano Viterbini; con la partecipazione di Fabio Rondanini, Ramon Caraballo, Stefano Tavernese, Alberto Ferrari, Enzo Pietropaoli, Bombino

Tracklist:

  1. Tubi innocenti (feat. Fabio Rondanini)
  2. Malaika (feat. Ramon Caraballo e Stefano Tavernese)
  3. Bring it on home (feat. Alberto Ferrari)
  4. Tunga Magni (feat. Enzo Pietropaoli e Ramon Caraballo)
  5. Sleepwalk (feat. Enzo Pietropaoli e Ramon Caraballo)
  6. Nemi
  7. Solo perle (feat. Enzo Pietropaoli)
  8. Welcome Ada (feat. Bombino e Stefano Tavernese)
  9. Mondo slack key
  10. Bakelite (feat. Stefano Tavernese)
  11. Five hundred miles

Link: facebook, sito ufficiale

Tubi innocenti – video

Ti potrebbe interessare...

cover

Beneath the Looming Blanket – Giobbe

Il nostro Bel Paese è ancora capace di bellezza. Solo che non la vediamo, in …

Leave a Reply