Home / Recensioni / Album / How Big How Blue How Beautiful – Florence & The Machine

How Big How Blue How Beautiful – Florence & The Machine

florence-and-the-machine-how-big-how-blue-how-beautiful-2015-album-billboard-650x650Florence Welch ritorna più intima e passionale. Il suo art-rock misto al soul si colora di forti tinte pop in questo terzo riuscitissimo capitolo How Big How Blue How Beautiful, grazie sicuramente alla produzione di Markus Dravs (Coldplay, Arcade Fire). Come in Cerimonials la scrittura è sempre ispirata dal tema dell’amore e dalle problematiche di coppia ma in una maniera più diretta e schietta. Ship to WreckWhat Kind of Man sono la sintesi perfetta di questa svolta. A livello di sound colpiscono gli arrangiamenti orchestrali, soprattutto quei fiati a cura di Will Gregory (Goldfrapp) che forniscono propulsione armonica a brani come la title-track, Queen of Peace e Third Eye. In Various Storms & Saints, Long & Lost e Caught si esprime tutta la versatilità vocale di Florence Welch, impeccabile nel modulare alti e bassi, acuti e falsetti. Siamo davanti ad un talento incredibile, una personalità in perfetto equilibrio tra Kate Bush e Annie Lennox.  How Big How Blue How Beautiful è un disco che travolge con la sua densità pop mai banale. Conferma di bellezza made in UK.

 Credits

Label: Island – 2015

Line-up: Florence Welch (lead and backing vocals) – Isabella Summers (piano, strings, synthesizer, celesta, backing vocals) – Robert Ackroyd (guitar) – Christopher Lloyd Hayden (drums, percussion, backing vocals) – Tom Monger (harp, bass guitar) – Mark Saunders (bass guitar, percussion, guitar, backing vocals).

Tracklist:

01 Ship to Wreck
02 What Kind of Man
03 How Big How Blue How Beautiful
04 Queen of Peace
05 Various Storms & Saints
06 Delilah
07 Long & Lost
08 Caught
09 Third Eye
10 St Jude
11 Mother
Link: Sito Ufficiale.

Ship To Wreck – video

Love songs for robots – Streaming

Suggestions

[amazon_enhanced asin=”B00THEH1IE” /]

Ti potrebbe interessare...

SAN113LP_12Dprint_

Niente di nuovo tranne te – Andrea Satta

A quasi dieci anni dall’ultima prova dei Têtes de Bois, Andrea Satta approda al suo …

Leave a Reply