Home / Recensioni / Album / Delone – Sacri Cuori

Delone – Sacri Cuori

Cover-Delone_Dal racconto del Far West dell’Arizona a quello di Cinecittà. Dal album d’esordio Douglas & dawn a quest’ultimo Delone, i Sacri Cuori italianizzano il loro rock-blues cinematico, vestendolo di atmosfere tipiche dei grandi produttori di colonne sonore della tradizione italiana come Ennio Morricone, Nino Rota e Piero Umiliani. Ora la loro attitudine strumentale devia spesso in venature pop anni sessanta come in Una danza, Delone, Seuls Ensemble e Maddalena. Questo è coadiuvato proprio dalla presenza della voce affascinante della cantante australiana Carla Lippis, che regala momenti molto intensi. La qualità delle collaborazioni è sempre di grande respiro internazionale, basti pensare a nomi come Evan Lurie (di Lounge Lizards e di tante colonne sonore di Benigni), Marc Ribot, Howe Gelb dei Giant Sand e Steve Shelley dei Sonic Youth. Delone si avvicina per spirito e tasso emotivo a quel capolavoro che è stato Rome di Daniele Luppi e Danger Mouse. Il progetto di Antonio Gramentieri ha raggiunto con Delone una perfezione unica e si colloca nella scia di altre band italiane di pari maturità internazionale come Calibro 35 e Guano Padano. Da non perdere per chi ama i cult movie italiani anni sessanta.

 

Credits

Label: Glitterbeat Records – 2015

Line-up: Antonio Gramentieri (guitars, key, piano) Diego Sapignoli (percussions, drums, vibraphone)..

Tracklist:

1. Bendigo
2. Una Danza
3. La Marabina
4. Snake Charmer
5. Delone
6. Billy Strange
7. Portami Via
8. Seuls Ensemble
9. Madalena
10.Dancing (On The Other Side Of Town)
11.Cagliostro Blues
12.Serge
13.El Comisario
14.Dirsi Addio a Roma
Link: Sito Ufficiale.

Delone – video

Delone – Streaming

Suggestions

[amazon_enhanced asin=”B00U898GW2″ /]

Ti potrebbe interessare...

MartaDelGrandi Selva

Selva – Marta Del Grandi

Affila le sue armi Marta Del Grandi, due anni dopo l’esordio Until We Fossilize, scommettendo sulla …

Leave a Reply