Home / Recensioni / EP/Self Released / Songs For Takeda – Letlo Vin

Songs For Takeda – Letlo Vin

recensione_LetloVin_IMG_201410Dopo un’intensa attività in qualità di concertista, anche in apertura di artisti come Umberto Maria Giardini, Adriano Viterbini ed Emiliana Torrini, Letlo Vin porta alla luce il suo primo album, realizzato tra il 2008 e il 2012, tempo che l’autore ha impiegato per metabolizzare il suicido di Takeda.
Songs For Takeda cerca di raccontare questa tragedia, strutturandosi fondamentalmente in tre parti: un preludio malinconico è seguito dal racconto della dolorosa vicenda chiudendosi, infine, con il saluto dell’autore (un arrivederci e non un addio). “Per Songs for Takeda, il mio primo album, non ho attuato nessuna particolare ricerca sonora e tantomeno desiderato essere moderno, originale, trendy”. E’ facile capire dunque come l’obiettivo di quest’album sia quello di raccontare e portare alla luce una brutta vicenda e sentimenti per troppo tempo portati dentro. E il modo migliore Letlo Vin lo trova affiancandosi alla musicalità di Johnny Cash, Pete Seeger, Leonard Cohen e Bruce Springsteen. La voce graffiante, accompagnata dal suono malinconico della chitarra, apre quindi il disco con Rusty World’s Seeds e Roll Over My Devils, seguite dalla veloce e intensa Brix e da Your Mama Saw you There. Tra i dieci brani dell’album solo in Friday Night compare la batteria, come a voler ricordare un giorno preciso. Notevole anche la straziante Takeda seguita da un epilogo (So Far Away) che vuole quasi rimarcare il ricordo ormai senza rabbia dell’autore.
Letlo Vin, anagramma di Let Love In, si presenta al pubblico con una storia, dimostrando per l’ennesima volta il grande potere che la musica ha nel comunicare.

Credits

Label: Autoprodotto – 2014

Line-up: Letlo Vin (Voce, Chitarra acustica, classica ed elettrica, Ukulele, Tastiere, Cori) – Gianluca Buoncompagni (Basso elettrico, Ukulele basso, Cajon, Stompbox, Cori) – Lorenzo Raimondi (Chitarra elettrica, Ukulele, Flauto traverso, Cori) – Alessandro Pedretti (Batteria in “Friday Night”)

Tracklist:

  1. Rusty World’s Seeds
  2. Roll Over My Devils
  3. Brix
  4. Your Mama Saw You there
  5. How Young Were you?
  6. Friday Night
  7. It Won’t Last Song
  8. Blue Xmas Time
  9. Takeda
  10. So Far Away

Link: Sito Ufficiale, Facebook

Songs for Takeda – streaming

Rusty world’s seeds – video

 

Ti potrebbe interessare...

MartaDelGrandi Selva

Selva – Marta Del Grandi

Affila le sue armi Marta Del Grandi, due anni dopo l’esordio Until We Fossilize, scommettendo sulla …

Leave a Reply