Home / Editoriali / Threesome#1: Portfolio, Blue Willa e Julie’s Haircut @TPO (BO), 19/10/2013

Threesome#1: Portfolio, Blue Willa e Julie’s Haircut @TPO (BO), 19/10/2013

Dalle menti di SferaCubica e Modernista, insieme a TPO, Radio Kairos e Radio Città del Capo, a Bologna è stata partorita un’idea: Threesome. Realtà della comunicazione musicale, dell’aggregazione e dell’etere, insieme: sembra avere tutto incredibilmente senso, tutto è legato. Threesome vuole essere una rassegna musicale e radiofonica che tende ad unire le esperienze per contaminarsi e migliorarsi.
Tre serate in calendario, ed ogni sera tre radio a presentare l’evento (Radio Città del Capo e Radio Kairos, più una radio ospite, diversa ogni volta) e tre band che proporranno altrettanti live set.
La prima data ha avuto luogo Sabato 19 Ottobre portando a Bologna tre band di altissimo livello apprezzate da pubblico e critica: Portfolio, Blue Willa e Julie’s Haircut.
I live sono stati anticipati da presentazioni e interviste realizzate dai conduttori radiofonici di Radio Città del Capo, Radio Kairos, insieme a Michele Orvieti (SferaCubica/Modernista) e Radio RuMORE (webradio dell’università di Modena e Reggio Emilia).
Sul palco le band hanno offerto spettacolo vero, capace di toccare tutte le corde della sensibilità umana. I Portfolio, con il loro post-rock dai tratti psichedelici e dai suoni dilatati, hanno conquistato il pubblico. Chitarre, basso, tastiere, synth, tromba, batteria ad unirsi in un unico splendido suono denso e fluido. Le luci sul palco accompagnavano il viaggio delle mente persa nell’ascolto tra le ripetute salite e vorticose discese della musica. La voce di Laura Loriga (Mimes of wine) risplendeva come le increspature delle onde di un freddo mare toccato dai raggi del sole. I Portfolio sono una band da seguire assolutamente, ora così come nella primavera del 2014 quando uscirà il loro nuovo album.
I Blue Willa, ex Baby Blue, sono saliti sul palco per stravolgere i toni e le atmosfere precedentemente create ad arte. La loro musica ha un approccio punk che infrange anche le stesse poche regole e clichédel genere. L’ossessione di alcuni ritmi, l’imprevedibilità di alcuni cambi di direzione, il canto folle ma anche controllato di Serena Altavilla: questo sono i Blue Willa. Deliranti in superficie, cupi e torbidi in profondità, incontrollabili, irriverenti. Senza dubbio il loro live è stato eccessivo nei contenuti e nella teatralità, ma questo osare ha fascino in quantità. I Blue Willa li odi, ma sei attratto da loro: ti portano a disprezzare alcune loro dissonanze, le stesse la cui assenza ti porterebbe ad odiarli ancora di più. I Blue Willa giocano con i tuoi sentimenti ed il tuo senso del gusto, ti portano a farti domande. Alla fine del concerto si può avere qualsiasi idea sui Blue Willa, ma comunque si è consapevoli che hanno vinto loro.
I Julie’s Haircut sono le stelle della serata. Ashram Equinox, non a caso il loro ultimo album dai chiari riferimenti astrali, è un piccolo capolavoro del rock italiano. Psichedelia, elettronica, post-rock (ma cosa contano queste definizioni?): c’è tutto nella musica della band reggiana (volendo ci si trova pure il blues, l’afro e sonorità orientali). I Julie’s Haircut ormai sono dei miti della musica italiana, amati dal pubblico e corteggiati da band emergenti (e non) che sognano di godere del loro prezioso supporto in fase di produzione e registrazione musicale.
Tutti in divisa completamente bianca hanno calcato il palco del TPO, ad esaltare forse quel senso di purificazione che il viaggio di Ashram Equinox porta a compiere. Dopo l’esecuzione di tutti i brani del nuovo album, i Julie’s Haircut non possono rinunciare (pena lapidazione da parte dell’affezionatissimo pubblico) di proporre alcuni brani storici dai dischi precedenti. La partecipazione sopra e sotto il palco è assoluta ed intensa; a sciogliere la tensione ci sono stati solo i corpi che si muovevano al ritmo della musica ed i sorrisi sinceri alla fine di ogni brano.
A seguito del live è giunto il tempo anche per il dj-set che ha accompagnato alla conclusione una serata in tutto e per tutto simile una grande festa. Threesome conferma quindi le aspettative: una rassegna importante, capace davvero di unire il meglio delle esperienze coinvolte, reinventandole e proponendosi in un modo, seppur non nuovo, certamente interessante e diverso dal semplice evento musicale.
Il prossimo appuntamento, da segnare in agenda, sarà il 16 Novembre. Threesome#2: stesso luogo, stessa ora, ma in compagnia di Sherwood.it che racconterà della sua esperienza tra webradio e sito web, poi i live di Universal Sex Arena, C+C=Maxigross e Jennifer Gentle.
(Gallery 123 di Emanuele Gessi)

Ti potrebbe interessare...

achille_lauro

Domande che dovrei evitare

È da un po’ di tempo che mi chiedo cosa differenzia l’Arte dalla Comuncazine. La …

Leave a Reply