Home / Recensioni / Album / Cutting Bridges – Giacomo Castellano

Cutting Bridges – Giacomo Castellano

Che a Giacomo Catellano, musicista, scrittore ed insegnante di musica, piaccia l’hard rock ed il metal non c’è dubbio. Scrittore di libri come Metodo per chitarra heavy metal e La chitarra ritmica rock-heavy metal negli anni Novanta, ha sempre espresso la sua principale attitudine, anche se ha collaborato con i più disparati artisti come Irene Grandi, Marco Masini e Vasco Rossi. Il suo primo ed unico album è del 2004 ed è un elaborato di fusion ed hard rock allo stato puro. Virtuosismi di chitarre elettriche e batterie prorompenti, sonorità d’accademia, nessuna sbavatura. Brano dopo brano ascoltiamo incursioni di funk giocato assieme all’hip-hop. Evoluzioni e dispiegamenti di melodie, da quelle soft a quelle più aggressive: un racconto di sé in musica. È il maestro Castellano. Questo 2013 saluta la ristampa del suo disco sotto l’egida Red Cat Records; si avvarrà anche del marchiodell’americana Muso Entertainment, label capitanata dal batterista e produttore Thomas Lang. L’album è stato remixato dal chitarrista stesso e rimasterizzato al White Studio di Tommy Bianchi con l’obiettivo di un sound più contemporaneo. Pare si tratti del prologo ad un nuovo lavoro in studio in arrivo a breve.

Credits

Label: Red Cat Records – 2013

Line-up: Giacomo Castellano

Tracklist:

  1. Gaztambide (2002)
  2. L.F.L. (1998-2002)
  3. Music Part One (2002)
  4. The Dream Laying on my bed (1993-2001)
  5. Music Part Two (2002)
  6. Garbage (2002)
  7. Little Elves (1998-2002)
  8. Big As A Key (1992-1993)
  9. Ariete (2002)
  10. Try To Save Yr Song (2002)
  11. Environments (1998)
  12. Cutting Bridges #1 (2002)

Links:Sito Ufficiale,Facebook

Ti potrebbe interessare...

ork_screamnasium

Screamnasium – O.R.k.

Veniamo da un periodo pandemico, costretti ad essere rintanati in quattro mura con la paura …

Leave a Reply