Home / Recensioni / Album / Strapped – The Soft Pack

Strapped – The Soft Pack

I Soft Pack sono un gruppo rock di San Diego attivi da una decina di anni. Dopo una serie di ep, nel 2010 esce il loro primo album omonimo, dopo due anni, l’autunno scorso sono tornati con Strapped. L’atmosfera che si respira nelle dodici tracce è leggera e richiama soleggiate spiagge ed estati american college style. Chitarre veloci post punk si alternano a sonorità più grezze che richiamano alla mente il garage rock degli anni settanta (Bound To Fall e Second Look).  Il post punk, soprattutto nell’apertura di Saratoga, e il garage rock si allontanano nel pop di They Say, nelle sonorità anni ottanta Head On Ice e nella ballata Everything I Know. La voce del frontman, Matt Lamkin, è spesso sommersa dai suoni distorti delle chitarre (Saratoga e Chinatown). Un album senza lode e senza infamia che scorre leggero e senza contraccolpi emotivi rilevanti e lascia un po’ perplessi su quale sia l’ onda musicale che i Soft Pack vogliano davvero cavalcare.

Credits

Label: Mexical Summer – 2012

Line-up: Matt Lamkin (voce, chitarra) – Matty McLoughlin (chitarra) – David Lantzman (basso) – Brian Hill (batteria)

Tracklist:

  1. Saratoga
  2. Second Look
  3. They Say
  4. Tallboy
  5. Bobby Brown
  6. Chinatown
  7. Rays Mistake
  8. Oxford Ave
  9. Everything I Know
  10. Head On Ice
  11. Bound To Fall
  12. Captain Ace

Links:Facebook

Ti potrebbe interessare...

IMG_5040

Sprecato – James Jonathan Clancy

La notte dell’anima non ha confini. Il castello del nostro Io più profondo non potrà …

Leave a Reply