Home / Recensioni / Album / Tra il silenzio e il sole – Johnny Freak

Tra il silenzio e il sole – Johnny Freak

Esce nel giugno del 1993 Johnny Freak, numero 81 di Dylan Dog nella cui trama è scritto “Dietro gli occhi del ragazzo, si legge un oceano di tenebra”. Uno degli episodi più commoventi dell’indagatore dell’incubo creato da Tiziano Sclavi. A questo numero dedica il proprio nome la band di Frosinone nata nel 2005. Nel 2007 i Johnny Freak autoproducono il loro primo album dal titolo Sonigrafie e si fanno conoscere live, nel 2012 sono notati dall’etichetta tedesca Antstreet Records che li mette sotto contratto e fa uscire il loro secondo album dal titolo Tra il silenzio e il sole del novembre del 2012. Copertina minimale: lo schizzo di una ragazza in bianco e nero in cui si staglia il rosso di un ombrello ed il giallo del sole infondo alla via. All’interno chitarre potenti, archi, pianoforte e batteria ad accompagnare una voce che (per certi tratti vicina a quella di Alberto Fortis) canta di mostri, inferni personali, regine, streghe, ombre e luci negli quarci di una vita. Un album rock, con segmenti di prog e alcune aperture che, a volte, puntano verso l’hard rock, ma contemporaneamente si possono cogliere le influenze dell’alternative italiano, in una commistione interessante che riesce a catturare l’orecchio. Dieci tracce, più la cover Il Pescatore di De Andrè, che ambiscono alla creazione di atmosfere da ricordare a cui manca forse la piena maturità, ma che scorrono piacevolmente seminando buone intuizioni che fanno ben sperare per il futuro dei Johnny Freak, sia per le sonorità che per l’estro testuale.

Credits

Label: Antstreet Records – 2012

Line-up: Luca Spisani (voce, piano, synth) – Davide Ausoni (chitarre elettriche e acustiche) – Pietro Macario (chitarre elettriche) – Simone Ausoni (basso) – Alessio Di Raimo (batteria)

Tracklist:

  1. Ho visto
  2. Bugia
  3. I fiori maledetti
  4. Regina
  5. Insonnia
  6. Streghe
  7. Il pescatore
  8. Farfalla di metallo
  9. Arriveresti al sole
  10. Divenni lacrima
  11. Ad annientarsi in lei

Link: Facebook, Sito ufficiale

Ti potrebbe interessare...

smania_vostok

Smania – Vostok

Nove brani scritti di pancia delineano questo secondo lavoro dei Vostok. La band di Cecina …

Leave a Reply