Home / Editoriali / Catarsi live: Pineda @ Caivano Arte Auditorium (NA) 05/11/11

Catarsi live: Pineda @ Caivano Arte Auditorium (NA) 05/11/11

A soli 25 minuti di auto. Attraversando strade deserte di provincia. Un veloce parcheggio. Un magnifico auditorium come una magnifica cattedrale nel deserto. Il Caivano Arte Auditorium è lo spazio per ascoltare musica di qualità nell’area partenopea. Settecento posti per vivere suggestioni sonore quasi come all’Hammersmith Apollo di Londra. Ospita il primo atto di RassegnaMO!, organizzata dal mitico Giuseppe Capua (Dj Bondage). Forse siamo al  punto di inizio per riportare il rock che conta a Caivano, in passato patria di uno dei festival storici della Campania. A Napoli e dintorni ci sono delle strutture fantastiche, è un vero peccato abbandonarle, non hanno nulla da invidiare a palazzetti di discutibile acustica del Nord. L’auditorium ha offerto la cornice migliore per il concerto dei Pineda. Le luci si sono spente e ci siamo trovati magicamente negli anni sessanta e settanta. Un viaggio mentale tra suggestioni psichedeliche e impeti progressive dove la melodia non è mai estinta. Vedere Umberto Giardini a proprio agio alla batteria non sorprende. E’ preciso e professionale come sempre ed inoltre si vede che è felice di suonare con due eccellenti musicisti come Floriano Bocchino e Steven Marci Marzo Maracas. Su quel palco si respira una sintonia musicale ed emozionale da brividi anche quando c’è il silenzio della pausa tra un brano ed un altro. Interamente riproposto tutto il disco omonimo d’esordio. Ascoltare questo lavoro eseguito dal vivo è come partecipare ad un  flusso emozionale e collettivo d’altri tempi. La sequenza Give me some well-dressed reason, Domino e Human behaviour è un tunnel spazio-temporale da cui si esce sconvolti. Questa sera ho capito forse quello che provavano i ragazzi degli anni settanta quando assistevano ad un concerto degli Emerson, Lake & Palmer o degli Yes. Mentre i Calibro 35 sono un’ esperienza live  da colonna sonora di film seventy, i Pineda lo fanno un nuovo film direttamente da quegli anni. I Pineda live sono catarsi pura dalle scorie della vita quotidiana. Da non perdere assolutamente.

Ti potrebbe interessare...

epo_small

Il viaggio di Enea : intervista a Michele De Finis (EPO)

Tornano dopo ben tre anni dall’uscita dell’EP Serpenti. Il ritorno è sorprendentemente in lingua napoletana, …

Leave a Reply