Home / Editoriali / Campi di fragole per sempre: quei Beatles

Campi di fragole per sempre: quei Beatles

Strawberry Fields Forever fu scritta da Lennon nel 1966 e pubblicata all’inizio dell’anno successivo. Doveva essere inserita nell’album Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, ma uscì solo come singolo insieme a Penny Lane di McCartney. I critici lo considerano il miglior 45 giri della storia, ma, incredibilmente, in Inghilterra non arrivò mai al primo posto. Tra modifiche e arrangiamento, particolarmente complesso, ci volle circa un mese per completarla. L’atmosfera onirica creata dalla ricercata costruzione musicale, testimonianza della capacità del quartetto di utilizzare tutte le potenzialità della sala di registrazione, si adatta benissimo al testo, uno dei vertici lirici di Lennon. Come Penny Lane, che è una strada di Liverpool, anche Strawberry Field è un posto reale. Si trattava, per la precisione, di un orfanotrofio vicino alla casa d’infanzia di Lennon. Strawberry Field è diventata un’immagine.

Campi di fragole per sempre

Lasciati portare, sto andando nei campi di fragole
Niente è reale e non c’è nulla per cui stare in ansia
Campi di fragole per sempre

È facile vivere con gli occhi chiusi
senza capire ciò che si vede
Diventa difficile essere qualcuno
ma poi tutto si risolve
e non mi preoccupo più di tanto

Lasciati portare, sto andando nei campi di fragole
Niente è reale e non c’è nulla per cui stare in ansia
Campi di fragole per sempre

Penso che non ci sia nessuno sul mio albero
voglio dire, deve essere alto o basso
cioè, lo sai, tu non puoi metterti in sintonia
ma è tutto a posto
cioè, penso che non vada troppo male

Lasciati portare, sto andando nei campi di fragole
Niente è reale e non c’è nulla per cui stare in ansia
Campi di fragole per sempre

Sempre, no, a volte, penso di essere io
ma tu sai che io so quando sto sognando
Voglio dire un “no”, penso un “sì”
ma è tutto sbagliato
cioè, penso di non essere d’accordo

Lasciati portare, sto andando nei campi di fragole
Niente è reale e non c’è nulla per cui stare in ansia
Campi di fragole per sempre
Campi di fragole per sempre

I campi di fragole sono l’immagine a cui dobbiamo ricorrere quando determinate circostanze ci angosciano. Situazioni che non ci appartengono, comportamenti a noi sgraditi, non sono reali, non possono determinarci. Reale è ciò che desideriamo, che siamo o vorremmo essere, anche se a volte le condizioni ce lo fanno dimenticare. (Diventa difficile essere qualcuno). Solo noi sul nostro albero, con la parte intima, senza ansie nei campi di fragole. Qui si perdono le coordinate, dell’alto e del basso e le certezze, ma la sensazione è di stare bene (ma è tutto a posto, cioè, penso che non vada troppo male). Non tutti arriviamo a questo stato, a toccare noi stessi, perché è più facile vivere con gli occhi chiusi senza capire ciò che si vede. Lasciamoci trasportare verso ciò che siamo veramente, campi di fragole per sempre.

La traduzione è di Vincenzo Del Core e di Catia Manna

Credits

http://www.youtube.com/watch?v=S7uBrx5aJ20

Ti potrebbe interessare...

Vampire_Weekend_news

Vampire Weekend ritornano con un nuovo album “ONLY GOD WAS ABOVE US”

L’iconica band indie-rock della scena americana VAMPIRE WEEKEND   A distanza di 5 anni dall’ultimo …

Leave a Reply