Home / Recensioni / Free Download / Enjoy The Little Things – Penelope Sulla Luna

Enjoy The Little Things – Penelope Sulla Luna

E’ notte e Penelope disfa la tela che tesse di giorno. E’ un inganno da lei ordito a scapito dei Proci, nobili abitanti del territorio lunare, per ritardare il termine del lavoro e, di conseguenza, l’istante in cui avrebbe scelto uno di loro come futuro marito. Ma la donna è devota al suo sposo Ulisse, di cui attende impaziente il ritorno dalla guerra. La mitologia greca, narrata nell’Odissea, si sposta sul nostro satellite naturale e i fautori di questo fittizio trasloco sono i Penelope Sulla Luna. La band ferrarese torna a stuzzicare l’appetito musicale dell’ascoltatore con un piccolo antipasto di qualità, l’EP Enjoy The Little Things che anticipa il progetto musicale che li vedrà protagonisti nella prossima primavera. Secondo il quartetto, il segreto per una vita serena è racchiuso in una formula per nulla rivoluzionaria e che, se applicata con costanza, può regalare discreti successi. Più facile a dirsi che a farsi, ma bisogna godere delle piccole cose sin dai primi istanti di luce, quando con una buona colazione a base di cornetto e caffè ci si prepara ad affrontare le personali e frenetiche battaglie quotidiane (come suggerito dall’art-work della copertina). Strange Storm è un temporale breve che vien giù a suon di gocce tecnologiche, dominante è infatti l’uso di basi elettroniche e del synth. I candidi e morbidi fiocchi di neve diventano delle palle da cannone scure e pesanti in Snowflakes Like Cannonballs, un brano che sembra quasi descrivere, sia nel titolo che nell’energia dirompente di chitarra, synth e batteria, le catastrofi che colpiscono l’uomo e la Terra. Il post-rock dei Penelope Sulla Luna risente di influenze internazionali quali Mogwai e God Is An Astronaut, ma ricorda anche quello dei campani Il Cielo Di Bagdad. Fonde insieme la dolcezza e la malinconia di un sogno e l’angoscia di un incubo come in I Read Lullabies, in cui si intrecciano la mestizia del basso, l’inquietudine di chitarra e tastiera e il lamento del piano sul finale del pezzo. Tutte sensazioni che riaffiorano con un ritmo più vorticoso nella traccia conclusiva To Kill You In Your Sleep, il cui titolo risuona come un agghiacciante e reale avvertimento o solo come un modo bizzarro per turbare il nostro sonno? A voi lettori la risposta! Nell’attesa, in quell’angolo nascosto della luna, Penelope continua ad imbastire il sudario per il padre di Ulisse e si aggrappa a quella fievole speranza per cui un giorno il suo amato tornerà.

Credits

Label: I Dischi Del Minollo – 2011

Line-up: Andrea Favarato (basso) – Doriana De Marco (chitarre) – Roy Davison (piano, synth e basi elettroniche) – Thomas Pifferi (batteria)Penelope Sulla Luna

Tracklist:

  1. Strange Storm
  2. Snowflakes Like Cannonballs
  3. I Read Lullabies
  4. To Kill You In Your Sleep

Links: Sito Ufficiale Free Download,MySpace

Snowflakes like cannonballs – Preview

Ti potrebbe interessare...

cover

Beneath the Looming Blanket – Giobbe

Il nostro Bel Paese è ancora capace di bellezza. Solo che non la vediamo, in …

Leave a Reply