Home / Recensioni / Album / First Putin – Ex Kgb

First Putin – Ex Kgb

Dalla Russia con amore? No, direttamente dalla nostra penisola e con un groove esplosivo ed accattivante. Parliamo degli Ex Kgb, un trio di cazzuti 007 provenienti da Padova e formatosi nel 2009. First Putin è il loro primo album, un concentrato di energia e creatività a partire dall’artwork alquanto bizzarro e raffigurante una scacchiera con i volti, tra gli altri, dei leaders dell’ex URSS Mikhail Sergeevič Gorbačëv e Vladimir Putin. Proprio su quest’ultimo, sul retro della cover, compare un’indiscrezione degna di WikiLeaks e riguardante le presunte origini dell’ex presidente, ovvero Putin is original native venetian. Questa affermazione è supportata da informazioni diffuse dalla tv russa e da uno studio condotto dall’università Cà Foscari di Venezia, dal quale sarebbe emersa l’ampia diffusione del cognome Putin nel Veneto. Le pedine della nostra scacchiera sono nove brani progressive-rock caratterizzati da un veloce andamento ritmico, suoni massicci e graffianti grazie alla solida e costante presenza della batteria e ai riff di chitarra elettrica. Il tutto è impreziosito dal timbro spettacolare ed inusuale del chapman stick, strumento di cui Tony Levin faceva uso sia nelle performance da solista che in quelle da musicista di King Crimson, Peter Gabriel, John Lennon e molti altri. Impegnati anche sul fronte della beneficenza e in particolare con Greenpeace, i ragazzi hanno deciso di realizzare una confezione senza plastica per il loro disco e destinare i proventi del singolo Dangerous Toys a favore della stessa organizzazione. Nel pezzo in questione si è fatto uso della tromba di un vecchio grammofono per dare alla voce l’effetto di un megafono, mentre in diversi momenti il suono dello stick sembra riprodurre quello di un dj che velocizza o rallenta un vinile usando le dita. Alla bond girl di Missione Goldfinger è dedicato Pussy Galore, un brano per gli amanti del “pogo” assieme a Do You want To Know e A New Way, le quali, nello specifico, si dirigono verso i caldi e rabbiosi inferi del metal.
Il disco è stato registrato completamente in analogico, in virtù della volontà della ex spy-band di mantenere intatte la freschezza e l’impulsività di idee e contenuti di valore, senza l’aggiunta di ulteriori fronzoli sonori. First Putin è un lavoro di tutto rispetto anche se non entusiasma particolarmente; rivolto agli appassionati del genere e a quei ragazzacci che amano scatenarsi ai concerti, urlare al mondo la propria voglia di libertà e il rifiuto di regole e pregiudizi di una società che tanto ci sta stretta.

Credits

Label: Prosdocimi Records – 2010

Line-up: Mike 3rd (voce, chitarre) – Emanuele Cirani (voce, chapman stick) – Alberto Stocco (batteria, percussioni e cori)

Tracklist:

  1. Ex-Kgb
  2. It Never Stops
  3. Dangerous Toys
  4. Pussy Galore
  5. Do You Want To Know
  6. A New Way
  7. Super Gas
  8. I’m Moving
  9. Ex-Kgb

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

FINAL COVER DRAFT1

Why Hasn’t Everything Already Disappeared? – Deerhunter

‘Why make this album in an era when attention spans have been reduced to next …

Leave a Reply