Home / Recensioni / Album / Itinerario Precario – Fabio Abate

Itinerario Precario – Fabio Abate

fabioabate_cvIl lavoratore precario  sarebbe rientrato nelle figure classiche dei vinti della poetica di De Andrè? Me lo sono sempre chiesto. Il grande Faber non c’è più ma avrebbe sicuramente apprezzato la canzone il Precario di Fabio Abate. Il suo album di debutto Itinerario precario è un disco semplice dove le parole acquistano valore e raccontano una galleria di vite sognanti che non affondano nel mare duro di un mondo senza anima. La voce di Fabio è suadente al punto giusto, distilla atmosfere senza tempo, quasi da bardo medievale. La sua poetica schizza in maniera unica figure sospese nel tempo come il Povero Pagliaccio, Guapo, Angela e Maddalena. In La Bestia che c’è in noi riaffiora la classe del primo Angelo Branduardi. C’è il Mediterraneo nei curati arrangiamenti di tutti brani. Questo disco è uscito per la Narciso Records, etichetta di Carmen Consoli. La cantantessa ha creduto molto in lui, tanto da farsi supportare da Fabio durante la sua ultima turnée in teatro. Spesso ci si interroga se vi siano tracce del cantautorato italiano anni settanta tra le nuove generazioni di artisti. Negli ultimi anni dal sottobosco della musica indipendente italiana sono stati spinti vari cantautori che spesso sono risultati fuochi di paglia… ecco, forse Fabio Abate avrebbe tutte le carte per resistere al tempo.

Credits

Label: Narciso Records – 2010

Line-up: Fabio Abate (voce, chitarra, bouzuki) – Carmen Consoli (basso, chitarra elettrica) – Massimo Roccaforti (piano rodhes, bouzuki, cori).

Tracklist:

  1. Precario
  2. Davanti a te
  3. Povero pagliaccio
  4. La bestia che c’è in noi
  5. Guapo
  6. Angela
  7. Maddalena
  8. Senza farsi male

Links: MySpace

Ti potrebbe interessare...

Guarino_rec

Io, Tu e le Altre – Francesco Guarino

Francesco Guarino è un cantautore italiano originario di Sassari ma da diversi anni ormai in …

Leave a Reply