Home / Recensioni / Album / Offchestra #00 L’Apocalisse – M. Milanesio e F. Modenese Palumbo

Offchestra #00 L’Apocalisse – M. Milanesio e F. Modenese Palumbo

Cosa hanno in comune l’isola greca di Patmos, dove l’apostolo Giovanni ebbe la visione delle cose ultime, e la Sacra di San Michele, terza locazione in terra dell’Arcangelo San Michele (la prima è il monte Gargano, ormai notissimo in tutto il mondo; la seconda, vicino all’oceano Atlantico, si chiama Presso-il-pericolo-del-mare)? Uno spettacolo teatrale, l’Apocalisse di Giovanni di Valter Malosti tenutosi nel luglio 2005. Colonna sonora di questa suggestiva rappresentazione è stato Offchestra #00. Il linguaggio dell’elettronica tesse le atmosfere profetiche del libro più conosciuto della Bibbia, dove numeri, simboli e visioni avevano il preciso obiettivo di stabilire la pace tra ebrei e cristiani. Al di là degli aspetti religiosi la soundtrack orchestrata magistralmente da Marco Milanesio e Fabrizio Modonese Palumbo è il punto d’incrocio tra onomatopeica suggestione sonora, lettura e interpretazione dell’escatologia, insita in uno dei libri più famosi della storia umana. Si parte dall’Intro che con squilli e droni apre la visione profetica sotto lo scrosciare della pioggia purificatrice. Tempo che perde consistenza e si dilata. E dopo vidi è l’incontro con l’alfa e l’omega dove le trame celesti sono affidate al violoncello illustre di Julia Kent (Antony And The Johnsons). In Una Sola voce ci sono gli echi del miglior Jean-Michel Jarre. Vento e pioggia in rigoglii di pensiero si espandono in salti spazio temporali in Le sette trombe. Affiorano suggestioni alla Badalamenti in Il settimo Angelo. Marco Milanesio e Fabrizio Modenese Palumbo attingono da tutti gli affluenti di esperienze passate (Larsen, DsorDNE) per approdare ad una nuova forma di musica sinfonica. Le tredici tracce di questo disco sono trascendenza sonica che va vissuta da credenti e non con l’unico fine: la ricerca delle nostre paure di esseri a tempo determinato. Un video di pura ipnosi visiva Le sette lettere dell’ Apocalisse di Giulia Caira e Marzia Migliora chiude una strada perduta che va assolutamente riscoperta.

Credits

Label: PREcordings (OFF Production Studio) – 2006

Line-up: Marco Milanesio e Fabrizio Modonese Palumbo (All instruments and sounds) – Julia Kent (Cello) – Marco Schiavo (Percussions).

Tracklist:

  1. Intro
  2. E Dopo Vidi
  3. Una Sola Voce
  4. Cielo Nuovo
  5. Le Sette Trombe
  6. Un Angelo
  7. Il Settimo Angelo
  8. Nel Cielo Apparve
  9. Dal Mare
  10. Una Gran Voce
  11. Venne Da Me / Dal Cielo
  12. Prosperoso
  13. Ottavo Monitor
  14. Video Le Sette Lettere Dell’ Apocalisse

Links: Sito Ufficiale; MySpace

Ti potrebbe interessare...

stiamo cercando il mondo - cover_hd

Stiamo cercando il mondo – James Senese

Con un titolo come Stiamo cercando il mondo, sintesi di smarrimento globale e speranzoso impegno, …

Leave a Reply