Home / Recensioni / Album / Endless night – Gabriel Sternberg

Endless night – Gabriel Sternberg

Sst… Silenzio. È notte fonda, fuori è buio e per strada non c’è più nessuno ormai e anche in casa sono tutti a dormire, tutti tranne me che stanotte non ne voglio sapere di chiudere gli occhi e trovar pace. E allora vediamo se troviamo conforto in qualcuno che, come me, vede questa notte senza fine. Endless night si intitola infatti il disco di Gabriel Sternberg, metà tedesco e metà italiano, che però ci restituisce un’immagine della notte non angosciante o da temere, ma piuttosto quella di un luogo dove rifugiarci dal rumore, dall’enorme numero di visioni, di cose e persone che vediamo durante il giorno e che inevitabilmente ti distrae dai tuoi pensieri, ti impedisce di ascoltare te stesso, di seguire i sentimenti. La notte di Gabriel Sternberg è solitaria ma non chiusa, è buia ma non oscura, riesce a riscaldarti con l’energia della luna e delle stelle. Folgorante è l’inizio del disco con l’intro Today che non finisce, sfumando invece nella dolcissima Marzena: quanta voglia di chiudere gli occhi e ripensare al profumo dei ricordi più cari, quanti colori vi verranno in mente e ogni volta che quella chitarra si interromperà vi troverete a trattenere il fiato, a desiderare che torni presto quel suono così accarezzante. Un pianoforte malinconico invece attrarrà la vostra attenzione in Silent day,e anche qui le immagini che vengono in mente sono tante, ogni volta saranno diverse perché la forza di questa musica sta nell’essere talmente delicata che la senti subito tua, anche grazie ad una voce particolarissima come quella di Sternberg, un sussurro che non vuole disturbare ma che finisce per entrarti in testa. The end is now …così recita l’ultimo titolo, mentre il rumore di un orologio e il cader della pioggia segnano lo scorrere del tempo, ma non ci penso neanche ad andare a dormire adesso. Torno indietro e ricomincio da quella dolcissima chitarra che per stanotte sarà la mia compagna. Magari mi aiuterà a dormire. Sst…silenzio, e ascoltate.

Credits

Label: Canebagnato Records – 2007

Line-up: Gabriel Sterneberg – Ospite: Christian Alati in Willow tree

Tracklist:

  1. Today
  2. Marzena
  3. Willow tree
  4. Soon
  5. Far as a star
  6. Silent Day
  7. With you
  8. Please don’tleave me
  9. Close to me
  10. The end in now
  11. Ghost Track

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

Kaitlyn Aurelia Smith - The Mosaic Of Transformation

The Mosaic Of Transformation – Kaitlyn Aurelia Smith

“Questa musica è bella perché mi rilassa” è probabilmente uno dei commenti che trovo più …

3 commenti

  1. E’ bellissima e l’ho letta all’ora giusta!

  2. Che meraviglia questa rece! Fa venir voglia di immergensi nelle atmosfere di questo disco…

  3. Resto in silenzio, resto in ascolto…incantata e cullata dalla musica evocata dalle tue parole

Leave a Reply