Home / Recensioni / Album / S/T – Boniface

S/T – Boniface

boniface_600Continua l’onda del synth-pop nato dal confessionale della cameretta di un giovane, rappresentante di una generazione tanto sottovalutata ma tanto vicina a quella degli anni ottanta. Una generazione vittima della velocità di questi tempi malati a base di GigaByte di parole inutili che alla fine ti lasciano solo, ubriaco senza direzione in quella terra di mezzo tra l’adolescente e l’essere Uomo. Micah Visser, la mente dietro Boniface, è un abile narratore di queste storie dove la periferia diventa magica e sognare una fuga in auto è la via d’uscita migliore. Il sound di Boniface è qualcosa che si muove tra il synth-pop più melodico, quello di Mike Francis e Rick Astley, e quello più indie, alla maniera dei The Killers passando per accenni di dream-pop alla Cocteau Twins. Il pop di Boniface è molto glitterato con le luci al neon sparate al massimo. In questo mood restano irresistibili pezzi come Keeping out, Dear Megan, Oh my god, Ghosts dove si balla senza sosta. Tutto questo festival del revival anni ottanta è racchiuso tra due intense ballad piano-based Waking up in suburbiaMaking peace with suburbia. C’è tanta sostanza dietro questo progetto messo in piedi da Micah Visser. Boniface si candida tra i migliori debut-album di questo anno Covid. La quarantena ci chiede di non prenderci troppo sul serio, di svagarci, di risvegliare il ritmo che abbiamo soffocato dentro.

Credits

Label: Transgressive rec. – 2020

Line-up: Boniface

Tracklist:

1. Waking Up In Suburbia
2. I Will Not Return As A Tourist
3. Keeping Up
4. Dear Megan
5. Oh My God
6. Fumbling
7. Your List
8. Ghosts
9. Wake Me Back Up
10. It’s A Joke
11. Stay Home
12. Making Peace With Suburbia

Link: Sito Ufficiale.

Keeping Up – Video

Boniface – Streaming

Ti potrebbe interessare...

COVER_DISAMORE

(dis)amore – Perturbazione

Non è mai facile raccontare la parabola che disegna il mischiarsi il cuore, l’attimo e …

Leave a Reply