Home / News / Muzz: in arrivo l’omonimo album di debutto

Muzz: in arrivo l’omonimo album di debutto

MUZZ
(PAUL BANKS + JOSH KAUFMAN + MATT BARRICK)

annunciano l’omonimo album di debutto
in uscita il 5 Giugno su Matador

155d960b-6515-421a-8b13-d3751605eddc

I Muzz sono la nuova superband formata da Paul Banks (frontman degli Interpol), Josh Kaufman (produttore/polistrumentista noto per il suo altro supergruppo Bonny Light Horseman) e Matt Barrick (batterista dei Jonathan Fire*Eater, The Walkmen e in tour con i Fleet Foxes, che ha anche recentemente suonato per il materiale solista di Matt Berninger dei National).
Insomma, ce n’è da far girare la testa.

Il progetto viene presentato insieme alla prima canzone, Bad Feeling, pubblicata in maniera anonima su Soundcloud.
Era il 5 Marzo scorso, le nostre vite cominciavano a cambiare tra paura e incertezza riguardo al futuro, e questo pezzo, dal titolo profetico e dalle sonorità malinconiche, di una bellezza straziante, ne rappresentava la perfetta colonna sonora.

I Muzz nascono da un’amicizia e una collaborazione di lunga data. Banks e Kaufman sono amici sin dall’adolescenza, avendo frequentato il liceo insieme prima di essersi trasferiti separatamente a New York City per studiare. Lì, in maniera indipendente, incontrarono Barrick negli stessi circoli musicali che frequentavano. Rimasero sempre in contatto, così dopo qualche anno Barrick suonò la batteria nel progetto di Banks con The RZA, Banks + Steelz, e in alcune sessioni di Kaufman, Kaufman aiutò Banks con il suo primo progetto solista Julian Plenti, collaborarono a vari demo e comprarono insieme uno studio a Philadelphia.

Le prime registrazioni dei Muzz risalgono al 2015. Durante le sessioni Banks o Kaufman portavano dei demo da arrangiare o creavano i brani in presa diretta nel bel mezzo di una jam. Tutti e tre hanno contribuito ai testi e hanno aiutato a dare forma alla voce (si tratta della prima volta per Banks che normalmente scrive i testi da solo).

Josh ha una formazione teorica, mentre Paul ha una prospettiva diversa”, afferma Barrick. “Non sai mai come Paul affronterà un brano, sia dal punto di visita lirico che melodico, quindi è sempre tutto molto inaspettato e sorprendente. Siamo tutti aperti alle idee degli altri. Penso che tre sia il numero perfetto per i membri di una band. Ognuno fa la sua parte”.

E ancora,  dice Kaufman: “la musica ha questa strana carica emotiva, distante ma allo stesso tempo personale. Se qualcosa suona naturale e semplice, lo lasciamo. Non ho mai sentito la voce di Paul strutturata in quel modo –  una sezione di archi, fiati e chitarre – sappiamo che nulla di tutto ciò è visionario ma sembrava classico ed elegante”.

Proprio per questo il nome della band ha un significato che richiama quella sensazione, Kaufman usava il termine “muzz” per descrivere la qualità e le trame analogiche e discrete della musica.

Alla fine la musica parla da sé”, afferma Banks. “Abbiamo una chimica artistica genuina e organica. Si tratta in parte dei gusti musicali che io e Josh abbiamo condiviso durante la giovinezza, ma sono anche le anime dei miei amici che risuonano con me attraverso la musica. Penso sia cosmico”.

Dopo Bad Feeling, nelle settimane scorse il gruppo ha condiviso la grezza Broken Tambourine e Red Western Sky dove gli Interpol sembrano aver fatto un frontale con i National, conseguenza delle influenze dei singoli componenti, con risultati evocativi. Il pezzo è accompagnato da un video diretto da loro stessi. Si tratta del primo video girato all’American Treasure Tour Museum, location scelta dopo una visita della famiglia Barrick.

Magnifico, ampio e profondo, l’omonimo album di debutto è stato scritto, arrangiato ed eseguito da tutti e tre i membri della band. Sono tre amici e musicisti talentuosi che con il gusto di ritrovarsi, senza fretta e con spontaneità, riescono a regalarci emozioni.

Il disco, come detto, uscirà il prossimo 5 Giugno. Se queste sono le premesse non vediamo l’ora.

Intanto è già possibile pre-ordinarlo qui:
https://muzz.ffm.to/muzz

Muzz Tracklist:

  1. Bad Feeling
  1. Evergreen
  1. Red Western Sky
  1. Patchouli
  1. Everything Like It Used To Be
  1. Broken Tambourine
  1. Knuckleduster
  1. Chubby Checker
  1. How Many Days
  1. Summer Love
  1. All Is Dead To Me

12. Trinidad

 

 

 

Link: Facebook Instagram Twitter

Ti potrebbe interessare...

mogwai_album_2021

Nuovo singolo per i Mogwai – Album nel 2021

MOGWAI annunciano AS THE LOVE CONTINUES il nuovo album in uscita il 19 febbraio Guarda …

Leave a Reply