Home / Recensioni / Album / Uomo Donna – Andrea Laszlo De Simone

Uomo Donna – Andrea Laszlo De Simone

recensione_andrealaszlodesimone-UomoDonna_IMG_201706Esce il 9 giugno per 42 Records, Uomo Donna, l’album di esordio di Andrea Laszlo De Simone.
Un disco complesso e articolato, ma anche terribilmente onesto. Come il suo nome e come la sua nota biografica. Che recita così: “Anche se forse non esiste. Andrea Laszlo De Simone ha un nome, un secondo nome, un cognome e una faccia. Cosa che di questi tempi è quasi una rarità. Andrea Laszlo De Simone è 1, ma è anche 6.
Indeciso se definirsi un cantautore travestito da band oppure una band travestita da cantautore. De Simone ha realizzato un disco complesso, articolato e vitale, immerso in un tempo tutto suo in cui armonicamente convivono passato, presente e futuro. Anticipato da tre singoli, assieme a quello che dá il titolo all’album Vieni A Salvarmi e La Guerra Dei Baci, ci troviamo dalle parti del miglior cantautorato italiano, quello di Battisti per intenderci, misto a tocchi psichedelici, con punte di Radiohead, in un viaggio anacronistico fino ai Beatles e ai Verdena.
Tu sei una donna, io sono un uomo. Mi hai voluto bene. Io sono un uomo, tu sei una donna. Ti ho voluto bene” (Uomo Donna).
Questi richiami potrebbero far pensare a un disco furbo, ma niente di più sbagliato, perchè bisogna ascoltarlo più volte per riuscire ad entrarne nell’anima. Le dodici canzoni sono quanto di più distante dalla composizione leggera tipica, i ritornelli sono rari e la durata dei brani supera quasi sempre i quattro minuti.
E’ poi va sempre così con la musica: le canzoni si amano, si odiano e poi si riscoprono. Ma forse va sempre così con le cose in generale.” (La guerra dei baci)
Non vi aspettate patinature da progetto indie-pop, c’è molta vita vera che vi aspetta nelle tracce e nelle sessioni di presa diretta. La perfezione non è la strada da seguire, c’è bisogno di sporcarsi le mani per rappresentare la propria anima.
Uomo Donna è stato autoprodotto e registrato in presa diretta in collaborazione con il fonico bolognese Giuseppe Lo Bue, post-prodotto e mixato con tecniche sperimentali tra l’analogico e il digitale fino a creare una sorta di paradosso sonoro che parte dalla canzone italiana anni ’70 per arrivare a oggi.

Credits

Label: 42 Records 2017

Line-up: Andrea Laszlo De Simone

Tracklist:

    1. Uomo Donna
    2. Sogno L’amore
    3. Vieni A Salvarmi
    4. Meglio
    5. Solo Un Uomo
    6. Eterno Riposo
    7. Questo Non E’ Amore
    8. Gli Uomini Hanno Fame
    9. Che Cosa
    10. La Guerra Dei Baci
    11. Fiore Mio
    12. Sparite Tutti

Link: FacebookInstagram42 Records

Uomo, donna – streaming

Vieni a salvarmi – video

Ti potrebbe interessare...

cover_a_via_do_tiempo

A via d’ ‘o tiempo – Ugo Gangheri & Nomadia

Un disco d’amore. Un disco senza secondi fini. Un disco che ci invita a restare …

Leave a Reply