Home / Recensioni / Album / Oczy Mlody – The Flaming Lips

Oczy Mlody – The Flaming Lips

The-Flaming-Lips-Oczy-Mlody800Dopo un trentennio di carriera, dopo una quindicina di dischi, non è facile emozionare ancora con la propria musica, ma tutto è possibile per i Flaming Lips. La band di Oklahoma City spiazza ancora una volta e sceglie un approccio totalmente opposto a quello del precedente album The Terror. Ci conducono in una coltre di ansia melodica imbastita su tessiture di suadente elettronica, dove si alternano momenti di passato noise e sbalzi sinfonici di psichedelia ipnotica. Il titolo ben rappresenta il mood dell’intero disco, ispirato da una frase presente in un romanzo di Peter Robinson, la cui traduzione letterale dal polacco significherebbe “gli occhi del ragazzo”. E’ stato scelto per la sua assonanza con parole inglesi come “oxidone” e “melody” e per la possibilità di essere il nome di una droga futuristica, magari quella di cui si parla nel testo di How. Tutte le tracce di Oczy Mlody sorpendono per il mid-tempo che le domina, per quella atmosfera in bilico tra surreale e nostalgia, tra fiabesco e metafisico come accade ad esempio in The Castle. Unicorni, arcobaleni, castelli, luci colorate di un mondo dove i freak vedono forse la vera essenza del mondo. Un disco intenso e ricco di melodie morbide e di colpi di scena che sembrano fuorisuscire da suggestioni alla Morricone o Vangelis. Ascoltando Oczy Mlody sembra incrociare il floydiano Syd Barret con i moderni synth degli MGMT. Oczy Mlody non è sperimentale come Embryonic e non tocca il pop brillante di At War with the Mystics, ma certamente risulta un caledoscopio sonico da non perdere della discografia di questa leggendaria band statunitense.

Credits

Label: Warner Bros. Records – 2017

Line-up: Wayne Coyne (voce, chitarra, pianoforte, basso, theremin) – Michael Ivins (basso, tastiere, cori) – Steven Drozd (batteria, chitarra, basso, tastiere, cori) – Kliph Scurlock (batteria, percussioni) – Derek Brown (chitarra, tastiere, percussioni).

Tracklist:

01 Oczy Mlody
02 How??
03 There Should Be Unicorns
04 Sunrise (Eyes of the Young)
05 Nigdy Nie (Never No)
06 Galaxy I Sink
07 One Night While Hunting for Faeries and Witches and Wizards to Kill
08 Do Glowy
09 Listening to the Frogs With Demon Eyes
10 The Castle
11 Almost Home (Blisko Domu)
12 We a Famly

Links:Sito ufficiale

Album – streaming

The Castle – Video

Ti potrebbe interessare...

20171123_121405 (4)

Drops – Milorad

“I ricordi battono dentro di me come un secondo cuore” (John Banville). Gocce di note. …

Leave a Reply