Home / Recensioni / Album / Aladdin – Adam Green

Aladdin – Adam Green

recensione_adamgreen-aladdin_IMG_201606Decidere di dedicarsi ad una pellicola cinematografica e alla sua colonna sonora non è un’impresa semplicissima. E’ stata questa però la nuova sfida di Adam Green con Adam Green’s Aladdin, film uscito ad aprile 2016, cofinanziato via Kickstarter e distribuito online on demand. Il film, dal carattere fortemente psichedelico, è una sorta di Le Mille E Una Notte reinventato, i cui protagonisti e le cui scene surreali narrano tematiche completamente divergenti tra loro, politica, tecnologia, amore, droga, sesso.
Il disco in oggetto rappresenta la colonna sonora del film: 19 tracce che raccontano le vicende dei vari protagonisti, nelle quali si avverte un Green simile sotto molti punti di vista a quello che abbiamo conosciuto in passato (Fix My Blues, Nature Of The Clown, Never Lift A Finger) e a tratti anche rinnovato (Do Some Blow (With Me), Birthday Mambo).
Nel complesso si può dire che si tratta di un album abbastanza vario e diversificato. L’ascolto, ovviamente, è più apprezzabile guardando anche il film che, secondo la critica cinematografica, rappresenta un ottimo lavoro, costruito homemade e con degli spunti creativi di altissimo livello, degni della curiosa capacità interpretativa di Adam Green.

Credits

Label: autoprodotto

Line-up: Adam Green

Tracklist:

  1. Fix My Blues
  2. God=Humans
  3. Nature Of The Clown
  4. Aladdin Are You OK?
  5. Someone Else’s Plan
  6. Time Chair
  7. Never Lift A Finger
  8. TechnoFungal Insect Species
  9. Birthday Mambo
  10. Chinese Dance Theme
  11. Me From Far Away
  12. Do Some Blow (With Me)
  13. I Only Take Cocaine
  14. Phoning In The Blues
  15. Trading Our Graves
  16. Life In A Videogame
  17. No Masterpiece Policy
  18. Interested In Music
  19. Why Is Dying Like?

Link: Sito Ufficiale, Sito Ufficiale Film, Facebook

Aladdin – streaming

Never lift a finger – video

Ti potrebbe interessare...

FINAL COVER DRAFT1

Why Hasn’t Everything Already Disappeared? – Deerhunter

‘Why make this album in an era when attention spans have been reduced to next …

Leave a Reply