Home / Recensioni / Album / Manuale Distruzione – Levante

Manuale Distruzione – Levante

Dopo i singoli Alfonso, La scatola blu e Sbadiglio, che hanno avuto un discreto successo nell’estate scorsa, è uscito l’11 marzo Manuale distruzione, il primo album di Levante, nome d’arte di Claudia Lagona. Levante si presenta al pubblico in dodici tracce in cui la sua anima di cantautrice emerge in maniera decisa: testi intelligenti e non banali in cui la rabbia si compone di ironia e di un insolito, quanto piacevole, garbo. Manuale distruzione spiazza al primo ascolto per il suo continuo contrasto tra le melodie spensierate e le parole che ci portano di fronte al lucido racconto di come si cresce su grandi macerie. Dodici tracce in cui l’amore fa capolino tra disincanto e malinconia in un vortice di colori e timbri vocali che trova i suoi momenti più alti nella chitarra e voce de La scatola blu e nella ritmica di Cuori d’artificio. Difficile etichettare come puramente indie Manuale distruzione che naviga, invece, tra le acque del più sfrontato pop, fatto di melodie essenziali ed orecchiabili, ed il rock arrabbiato, fatto di arrangiamenti forgiati su chitarre grezze, per un debutto dallo stile ibrido che lascia ben sperare nella futura crescita professionale di Levante.

Credits

Label: INRI, 2014

Line-up: Levante, Alberto Bianco, Claudio De Marco, Federico Puttilli, Gianluca “Cato” Senatore, Alessio Sanfilippo; prodotto da Alberto Bianco

Tracklist:

  1. Non stai bene
  2. Cuori d’artificio
  3. Memo
  4. Le margherite sono salve
  5. Sbadiglio
  6. Come quando fuori piove
  7. Nuvola
  8. Alfonso
  9. Farfalle
  10. Senza zucchero
  11. Duri come me
  12. La scatola blu

Link: Facebook, Sito ufficiale

Levante – video

Suggestions

[amazon_enhanced asin=”B00IIWRWM6″ container=”” container_class=”” price=”All” background_color=”FFFFFF” link_color=”000000″ text_color=”0000FF” /]

Ti potrebbe interessare...

Copertina-A-Toys-Orchestra-Midnight-Again_2

Midnight Again – …A Toys Orchestra

Siamo intrappolati in un’eterna mezzanotte tra quello che siamo stati oggi e quello che vorremmo …

Leave a Reply