Home / Recensioni / Album / One is a crowd – Suz

One is a crowd – Suz

Quando l’elettronica incontra il jazz, il blues sfida l’hip hop e il dub si sposa con la black music c’è sempre il rischio di ascoltare qualcosa di slegato e privo di personalità. Non è questo il caso di Suz, cantante e autrice italiana (sembra incredibile, vero?) che muove i suoi passi in questo melting pot musicale con una fermezza che pochi possono vantare.
Susanna La Polla, questo il vero nome di Suz, si presenta agli inizi del 2013 con un nuovo album che segue a distanza di quasi quattro anni il precedente Shape of fear and bravery (e la successiva versione remix). One is a crowd è un disco completo e complesso, ma al contempo magnificamente scorrevole. C’è l’eleganza di un sapiente uso dell’elettronica, c’è il lato più pop dell’artista e quello più dark (se si può dire) ed intimista delle composizioni. Le influenze sono innumerevoli, tutte domate alla perfezione. Proprio questo equilibrio è ciò che caratterizza l’intero album riuscendo a definire una personalità forte e unica, mostrando volta per volta le tante facce che la compone.
Colori vivaci e tinte cupe, immediatezza e raffinatezza, calore e spifferi di gelo. One is a crowd è un album che magicamente può piacere a tutti ed è una di quelle opere (benedette) che porta l’ascoltatore a scoprire sonorità che forse non pensava nemmeno di essere in grado di apprezzare, finendo poi per innamorarsene.
L’esperienza maturata nel tempo da Suz riesce ad esprimersi al meglio anche grazie ad un gruppo di amici e collaboratori di altissimo livello tecnico e artistico: produttori internazionali, storici musicisti e cantanti della scena italiana (per citarne qualcuno: KutMasta Kurt già al lavoro con i Beastie Boys, l’attrice e cantante bolognese Angela Baraldi e “Alessiomanna” Argenteri  ovvero lo storico bassista dei Casino Royale). Questa sinergia di passioni insieme al reciproco rispetto e stima tra Suz e gli artisti presenti sul disco diventano elementi che indubbiamente riescono ad arrivare all’ascoltatore, sfiorandolo e scuotendolo con le parole e le vibrazioni di One is a crowd.

Credits

Label: No.Mad Records – 2012

Line-up: Susanna La Polla aka Suz – Alessio “Alessiomanna” Argenteri – Gabriele “Ezra” Capogna; hanno partecipato: KutMasta Kurt – Estel Luz Galina – Dj Pandaj – Angela Baraldi – Luca Scarrone – Bruno Briscik –

Tracklist:

  1. Distant skies (don’t say a word)
  2. To here and now
  3. A thousand deaths
  4. Bring us down / feat. Estel Luz
  5. Out of the blue remixed
  6. Rubber and glue / feat. Angela Baraldi
  7. Frailest China
  8. The Enemies within
  9. Let one be a crowd
  10. Nighhawk

Link: Facebook, Sito ufficiale

Ti potrebbe interessare...

blackfield_openmind

Open Mind: The best of Blackfield

Senza i Blackfield non ci sarebbe stata la svolta della carriera solista di Steven Wilson. …

Leave a Reply