Home / Recensioni / Album / Maybe – Acid Brains

Maybe – Acid Brains

Maybe è il quarto album dei toscani Acid Brains. Nove brani (sei in lingua inglese e tre in italiano) che spaziano tra il rock (All They Wants to Got) e l’hardcore punk (Collapsed e Strong) passando per la ballata in puro stile grunge Go Back Home. Le sonorità sono buone il basso e la chitarra mettono in risalto la batteria in un gioco di avvicendamenti che graffiano trasudando rock. La voce di Giambastiani è sporca e corrosiva, ma a volte troppo statica al cospetto di un sound che arriva dritto nella sua furia. Le due ballate GoBack Home e Enjoy risentono molto della scuola grunge della scena di Seattle dei primi anni Novanta, così come le tre tracce cantate in italiano (Io ero morto, Fremo e Dimentico) richiamano all’orecchio le sonorità di Verdena. La forza di Maybe sta nella buona tecnica strumentale e nei continui cambi di genere oltre che nella forte energia generata. Il disco pecca di originalità su più tratti, ma si intuisce l’intento di ricerca del gruppo di nuove contaminazioni che aprano la strada a nuove sonorità.

Credits

Label: Red Cat Records – 2012

Line-up: Stefano Giambastiani (voce, chitarra) – Alfredo Bechelli (chitarra) – Antonio Amatulli (basso) – Stefano Marchi (batteria)

Tracklist:

  1. All they want to go
  2. Go back home
  3. Collapsed
  4. Strong
  5. Enjoy
  6. Try again
  7. Io ero morto
  8. Fremo
  9. Dimentico (I Forget)

Links:Facebook

Ti potrebbe interessare...

artwork

The Roost – Good Moaning

Forse è la sbornia di musica tradizionale, talvolta decontestualizzata e svilita, a cui abbiamo assistito …

Leave a Reply