Home / Recensioni / Album / Lo specchio e L’aspirina – Eva Mon Amour

Lo specchio e L’aspirina – Eva Mon Amour

Si stava meglio prima è il welcome del disco, un pezzo che ti fa accomodare nel mood, dopo 5 minuti lo senti gia tuo. Ci piace ci piace. Ci piace la sottile polemica suonata a ritmo incalzante contro l’italiano medio, criticabile quanto amabile. ‘’Ci piace dire/ci piace tutto perché la musica è tutta bella/e le persone tutte interessanti/ci basta il sole negli appartamenti’’. Echi pirandelliani con Uno Qualcuno. ‘’Ti amo/ti sbrano/ti tengo la mano/ti tengo i pensieri’’, Pensare fa male alla pelle è una poesia da ascoltare su un’amaca, il potenziale soffice e ciondolante si snoda con parole mai scontate, e l’occhio sempre attento alla massa.
Sei dove guardi, ‘’sei cosa guardi’’ appello alla mediocrità con un backgroud da pogo rock-folk. Parliamo d’altro è la ricetta perfetta tra considerazione generica e minuziosità del sentimento, con frammenti da bloccare su moleskine. Nascondigli per i cani è tepore… ‘’Ci sono cose normali/tipo le ambizioni/erezioni improvvise”.  Lo specchio e l’aspirina concentrato fast di regole cotte in un sound speziato. Ti chiederò domani la prendo sul personale, è pelle d’oca, mi abbraccerei. Il violino fa da letto a parole di un’empatia universale per certi tipi di anime, la sua brevità addensa perfettamente le emozioni. Atterraggio morbido per un concetto rigido: Tutta la verità sulla verità è la  chiusura slow del sipario risuonante d’armonica.
C’è poco da farfugliare quando un disco piace, quando passa veloce come un treno, quando violino, vibrafono, banjo, glockenspiel e farfisa rendono tutto più opportuno. Lo Specchio e l’ Aspirina, terzo lavoro degli Eva Mon Amour, viaggia tra appartenenza e somiglianza, identità e desiderio, stereotipo e sentimento. È un ottimo rimedio musicale per chi ha fame ma non sa bene di cosa, non resterà deluso nè sul dolce nè sul salato. Per chi è troppo selettivo e vuole ricredersi. Per chi ha voglia di scavare nella cultura rock italiana e trovare qualcosa di buono.

Credits

Label: ALaBianca /Warner – 2012

Line-up: Emanuele Colandrea (voce, chitarra acustica, armonica) – Corrado Maria De Santis (chitarra elettrica, chitarra 12 corde, banjo, farfisa, glockenspiel) – Fabrizio Colella (batteria) – Fabio Fraschini (basso elettrico) – Rodrigo D’ Erasmo (violino tracks #1 #9) – Mariano Gatta (vibrafono track #2)

Tracklist:

  1. Si stava meglio prima
  2. Ci piace
  3. Uno Qualcuno
  4. Pensare fa male alla pelle
  5. Sei dove guardi
  6. Parliamo d’altro
  7. Nascondigli per i cani
  8. Lo Specchio e l’Aspirina
  9. Ti chiederò domani
  10. Tutta la verità sulla verità

Links:Sito Ufficiale,Facebook

Si stava meglio prima – Streaming

Eva Mon Amour – Si stava meglio prima by 29Records

Si stava meglio prima – Video

Ti potrebbe interessare...

Guarino_rec

Io, Tu e le Altre – Francesco Guarino

Francesco Guarino è un cantautore italiano originario di Sassari ma da diversi anni ormai in …

Leave a Reply