Home / Recensioni / Album / Fog Electric – North Atlantic Oscillation

Fog Electric – North Atlantic Oscillation

Quando la Scienza scopre che il mondo fisico e fenomenologico è tutto immanente e che non esiste nessun Dio, ecco proprio lì in quel preciso momento ci viene rivelato il vero mistero: essere attori di un dramma senza copione scritto. Fog Electric nasce sugli interrogativi esistenziali di un mondo post-religioso, dove la scienza distrugge inconsapevolmente i pilastri del dogma e lascia l’uomo alla deriva come un relitto (quello di copertina)  semi- sommerso nel mare della vita. I North Atlantic Oscillation si dimostrano ben capaci di affrontare tali tematiche in un disco. Il loro sound è pienamente in sintonia con il concept del  secondo lavoro, uscito sotto l’egida della Kscope Records. L’inizio segnato da Soft Coda, Chirality Fog e Mirador è una sequenza di chiaroscuri, di dissolvenze e deflagrazioni, di contrasti sonori, dove la struttura canzone è soltanto un ricordo, quasi a voler creare quel senso di incertezza e ricerca di equilibrio tra momenti di rassegnazione  e ottimismo. Quali migliori architetture post-progressive ai limiti del post-rock potevano meglio rappresentare questo flusso di coscienza. Modernizzando la strada tracciata dagli Alan Parson Project, i North Atlantic Oscillation raggiungono un caleidoscopio sonoro unico.  Fog Electric è un’esperienza spirituale da non perdere per i seguaci di quel rock che  vuol ancora avvicinarsi alla forma arte.

Credits

Label: Kscope records – 2012

Line-up: Ben Martin(drums, percussion, field recordings on Interval) – Sam Healy (vocals, guitars, piano, keyboards, programming, percussion).

Tracklist:

1. Soft Coda
2. Chirality Fog
3. Mirador
4. Empire Waste
5. Savage With Barometer
6. Interval
7. Expert With Altimeter
8. The Receiver
9. Downhill
10. (Theory of Tides)

Links:Facebook

Fog electric – Album Preview

North Atlantic Oscillation – Fog Electric (album montage) by Kscope

Ti potrebbe interessare...

SAN113LP_12Dprint_

Niente di nuovo tranne te – Andrea Satta

A quasi dieci anni dall’ultima prova dei Têtes de Bois, Andrea Satta approda al suo …

Leave a Reply