Home / Recensioni / Album / Utopie e piccole soddisfazioni – Bologna Violenta

Utopie e piccole soddisfazioni – Bologna Violenta

Il 27 gennaio 2012 è arrivato Utopie e piccole soddisfazioni, terzo album di Bologna Violenta, progetto solista di Nicola Manzan. L’album arriva a due anni da Il nuovissimo mondo e a sei anni dal suo esordio.
Per quelli (pochi) che ancora non lo conoscono, partiamo col dire che Nicola Manzan è un polistrumentista diplomato in violino al conservatorio che però si è votato alla violenza sonora del grind. Rispetto agli album precedenti, Utopie e piccole soddisfazioni non prende spunto dal mondo cinematografico, ma nasce da una riflessione sulla vita, sui disagi che ne derivano senza mai dimenticare la forte dose di ironia che caratterizza i lavori di Bologna Violenta. Una caratteristica dell’album è la forte presenza degli archi, che in alcuni pezzi formano una vera e propria orchestra a contrastare le scariche violente che Manzan sprigiona dalla sua chitarra. Tra gli ospiti di questo album troviamo J. Randall, cantante degli americani Agoraphobic Nosebleed e label-manager di Grindcore Karaoke (un’etichetta che sta creando una vera e propria scena nel mondo grind) e Aimone Romizi dei Fast Animals And Slow Kids, che presta la sua voce per la cover di Valium Tavor Serenase dei CCCP.
Utopie e piccole soddisfazioni è un album che colpisce, che spiazza per la sua forte capacità di comunicare senza usare le parole (se non in minima parte). Un album che siamo sicuri regalerà grandi soddisfazioni a Manzan e a chi avrà il coraggio di seguirlo.

Credits

Label: Wallace Records/Dischi Bervisti – 2012

Line-up: Nicola Manzan

Tracklist:

  1. Incipit
  2. Vorrei sposare un vecchio
  3. Utopie
  4. Sangue in bocca
  5. Costruirò un castello per lei
  6. E’ sempre la solita storia, ma un giorno muori
  7. Valium Tavor Serenase
  8. You’re enough
  9. Lasciate che i potenti vengano a me
  10. Remerda
  11. Intermezzo
  12. Il convento sodomita
  13. Terrore nel triregno
  14. Mi fai schifo
  15. Il bimbo
  16. Lutto nella testa
  17. Piccole soddisfazioni
  18. Popolo bue
  19. Le armi in fondo al mare
  20. Transexualismo
  21. Finale – Con rassegnazione

Links:Sito Ufficiale,Facebook

Utopie e piccole soddisfazioni – Preview

Ti potrebbe interessare...

recensione_giuseppefiori-spazidivitascomodi_IMG_201711

Spazi di vita scomodi – Giuseppe Fiori

Giuseppe Fiori esordisce con Spazi di vita scomodi, il suo primo album solista. In realtà …

Leave a Reply