Home / Recensioni / Album / Le tragifavole – Duecento Bullets

Le tragifavole – Duecento Bullets

letragifavoleLe Tragifavole sono un fumetto e sono un disco. Sergio ha disegnato come se la sua matita fosse uno strumento musicale, spinto da una forte ispirazione. E le note delle canzoni dei 200 Bulletts aggiungono colori al suggestivo chiaroscuro delle tavole”.
Queste sono le parole di Tito Faraci, autore della prefazione al fumetto Le tragifavole che apre il disco dei Duecento Bulletts..
La contaminazione tra fumetto e musica rende Le tragifavole un prodotto eccezionale.
Quattro storie brevi si sviluppano attraverso i tratti delineati da Sergio Gerasi, disegnatore e batterista dei Duecento Bulletts.
Il burattinaio è la storia di un uomo che diventa di legno ed entra così nel mondo che meglio comprende. Salute e Solitudine racconta  di un uomo solo che riesce a far sparire tutte le persone a cui rivolge la parola. Una mia faccia è invece l’ultima storia che introduce il disco: un uomo riflettendo il proprio volto nei Navigli di Milano vede riflesso ciò che gli pare. Riesce a vedere la faccia dei diversi autori delle sue storie, quella delle ragazze alla moda ( Una ragazza YèYè ), quella di Giorgio Gaber, quella di Jack Kerouac, quella del bambino senza memoria con una zip sulla testa ( Bambino con la zip ).
Tra ballate rock e influenze che giungono sino a Beatles, tra amori e odori, scorrono i brani che concludono la narrazione iniziata con il fumetto. La tentazione di ascoltare per la seconda volta il disco rileggendo il fumetto è forte. Impossibile resistere ad un’opera così innovativa.

Credits

Label: Duecento200Bullets / ReNoir Comics

Line-up: Massi Squillace ( voce, chitarra e pianoforte ) – Dario Zanaboni ( voce e chitarra) – Andrea Soldati ( basso elettrico ) – Sergio Gerasi ( batteria e matite)

Tracklist:

  1. La Mia Faccia
  2. Gli Anni dei Pupazzi di Gomma
  3. Una ragazza YèYè
  4. Al Cinema Gratis
  5. Bambino con la Zip
  6. Vecchio Angelo Mezzanotte
  7. Odore
  8. La Massa
  9. Un’altra mezz’ora

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

SAN113LP_12Dprint_

Niente di nuovo tranne te – Andrea Satta

A quasi dieci anni dall’ultima prova dei Têtes de Bois, Andrea Satta approda al suo …

Leave a Reply