Home / Editoriali / JoyCut > Ghost Trees: in cerca di Ossigeno (anteprima esclusiva)

JoyCut > Ghost Trees: in cerca di Ossigeno (anteprima esclusiva)

alberifantasmi_by_massimo-lovisco_01Dopo l’album d’esordio The Very Strange Tale of Mr. Man (PillowCase Records, 2007), i JoyCut lanciano L’EP (sampler) Ghost Trees ovvero un primo tentativo di piccola/grande rivoluzione eco-sostenibile.
La stranissima storia di Mr. Man continua nella foresta degli alberi fantasma. L’approdo alla città di plastica ha rivelato alla creatura verde tutto l’inquinamento morale e ambientale di cui la nostra società, potenzialmente meravigliosa e creativa nel bene, è capace. Mr. Man sceglie la fuga nei luoghi in cui la natura libera l’incantesimo delle piccole bolle d’aria. E’ lì l’inizio. E’ lì l’intuizione di una possibilità di cambiamento, scegliendo di seguire la poesia dei semplici gesti.
I JoyCut adottano Mr. Man, la metafora di uno sguardo attento e profondo sul vortice di paure, angosce, disagio di un tempo affamato di vuoto. Una storia di speranza per le nuove generazioni, padrone del proprio destino nella consapevolezza del “fare”.
E i JoyCut provano ad assumere una posizione. L’EP (sampler) Ghost Trees, che anticipa di qualche mese il progetto discografico nella sua totalità (Ghost Trees Where… Disappear), viene lanciato secondo i canoni di una Campagna di rivalutazione umana ed ecologica (fra concetti trattografici e narrazioni musicali).

Due linee esclusive accompagnano il progetto dei JoyCut:

1. Ghost Trees sarà in allegato gratuito alla rivista XL (numero di Giugno). Il packaging sarà in cartoncino riciclabile e biodegradabile al 100%, così l’incellophanatura della custodia del CD, le stampe con inchiostro vegetale e verniciature ad acqua, colla naturale e certificazioni ecolabel e FSC/PEFC. Si immagina un CD consapevole. La scelta cade sulla produzione del Compatto Fisico ma selezionandone la fabbricazione virtuosa nel rispetto massimo di emissione di CO2.

2. Ghost Trees viene anticipato via web da uno speciale MySpace e da Liquid, un’anteprima streaming per LostHighways.

La Foresta degli Alberi Fantasma è una Sensibile Campagna di Etica Consapevole targata JoyCut, una realtà tanto credibile e fresca da aver mosso concretamente le coscienze e l’interesse di mastodontiche e consolidate strutture come Coop Italia ed Il Gruppo L’Espresso.

Di seguito, poche ma chiare indicazioni fornite direttamente dai JoyCut:

– La trasposizione fra narrazione e realtà ci impone una riflessione seria.
Se pensassimo – per una volta – di essere alieni da questa realtà e ci trovassimo a visitare questo mondo, ci renderemmo sensibilmente conto che è in allarmante difficoltà; ecco perché concretamente vogliamo “fare” e non “predicare”: ecco perché è necessario prestare attenzione soprattutto ai piccoli gesti.
– In primis, rispettare noi stessi, dialogare, invitare all’introspezione, aver cura dell’ambiente in cui viviamo, perché tutto è possibile!

I materiali già utilizzati per la “produzione consapevole” del CD definitivo da noi ri-cercati, certificati e selezionati e che auspichiamo possano essere scelti con maggior continuità dalla discografia – sono:
– colla ecofriendly [vegetale, naturale] – inchiostri e verniciature ad acqua [colori vegetali] – carta al 100% riciclabile, biodegradabile.
– incellophanatura compostabile e completamente biodegradabile tanto da trasformarsi in fertile humus (Mater-Bi)
– dischi stampati in fabbriche che rispettino le soglie europee di emissioni CO2
– certificazioni e concessioni loghi FSC/PEFC, codici europei sulle modalità di recupero, trasporto e re-impianto degli alberi

– Mr. Man va salvato. Questa la nostra missione allegorica: recuperare – mettendoli al sicuro- i nostri valori perduti.

joycut_by_massimo-lovisco_02Il Signor Uomo,
in cerca di Ossigeno,
si sposta dallo scenario SubUrbano
all’estrema desolazione
delle aree ambientali complessamente violentate.
Dove gli Alberi.
Come fantasmi soffocati.
Rappresentano l’unico rifugio.
L’unico non-luogo da Evocare.
La sola linfa da sfrondare.
Per Svanirci.
Disintegrandosi di Vita


Per spiegarvi meglio le motivazioni ed il percorso di questa Campagna di rivalutazione umana ed ecologica i JoyCut vi aspettano:

Mercoledì 10 Giugno alle h. 21.00 presso la Libreria Coop /Ambasciatori di Bologna in Via degli Orefici 19

Lunedì 15 Giugno alle h. 18.00 presso la Libreria Coop di Torino in Piazza Castello 113

Mercoledì 17 Giugno alle h. 18.00 presso la Libreria Coop Centro Commerciale Le Torri di Parma in Via San Leonardo 69

Per info:

www.myspace.com/joycut
www.myspace.com/ghosttreeswheredisappear
www.joycut.com

Liquid – Preview

La Foresta degli Alberi Fantasma

bit_joycut_02

Ti potrebbe interessare...

PPS_Tour_b

DAVIDE “BOOSTA” DILEO in Post Piano Session Tour

DAVIDE “BOOSTA” DILEO Da oggi 14 ottobre in tour nei teatri e nei club per …

2 commenti

  1. L’iniziativa è splendida. E’ fantastico che ci siano progetti così intelligenti e consapevoli. Non si può più far finta che le cose vadano bene e fregarsene. L’impegno anche sul piano sociale e ambientale è segno di grande responsabilità ed intelligenza.

    Se poi c’è anche della musica così bella, nel packaging ecologico, non si può proprio non correre a comprare il disco!

    Apple è semplicemente stupenda! I joycut sono l’ennesima band che dovremo esportare. Ed è un piacere che LostHighways collabori attivamente.

Leave a Reply