Home / Recensioni / EP/Self Released / Slave of freedom – Novanoise

Slave of freedom – Novanoise

Gli ingredienti sono molto semplici: prendete un cantante dal timbro originale, tre bravi musicisti, una buona dose di passione in quantità. Mescolate ben bene e avrete un risultato interessante e abbastanza sorprendente. C’è sempre un po’ di timore quando ci si trova davanti ad un lavoro “giovane”, ma Slave of freedom convince soprattutto perché traspare la cura, la sollecitudine che i Novanoise hanno profuso in questo disco che, non ha caso, ha un’armonia totale considerevole. C’è il giusto mix di pezzi rock e ballate, c’è uno sguardo verso l’Inghilterra, soprattutto nei testi, e uno verso la musica americana. Si parte con l’adrenalinica 24 hours, la cui un’intro richiama alla mente gli anni 80 con i suoi ritmi convulsi, le sue chitarre che vanno a mille. Romantica e dolce è invece Miss Divine, ballata dalla melodia semplice che entra subito in testa grazie alla voce accattivante di Andrea Artioli che domina anche in Good Fortune is over, tra gli Oasis e i Blur, un’influenza ancora chiara in Why to die again, uno dei pezzi musicalmente più interessanti soprattutto per l’alternarsi di ritmi diversi, per quell’ottimo gioco di chitarre nei momenti strumentali. Il brano migliore (maturo, ben costruito e vicino alla musicalità dei Travis) è The Wrong and right side, attacco in sordina e ritornello potente, immediato, trascinante. Piena di energia positiva, dinamica e divertente è Days of my life a cui si contrappone Wasted che strizza l’occhio al dark-rock americano, al modello degli Evanescence. Slave of freedom è il secondo lavoro autoprodotto dei Novanoise. Un disco breve che spicca per la sua compatezza.

Credits

Label: Autoprodotto – 2008

Line-up: Andrea Artioli (voce e chitarra ritmica) – Davide Pivetti (chitarra solista) – Gilberto Girotti (basso) – Luca Lodi (batteria)

Tracklist:

  1. 24 Hours
  2. Trick for a friend
  3. Good fortune is over
  4. Why to die again
  5. The wrong and right side
  6. Days of my life
  7. Wasted
  8. 8)Give it away
  9. Wake up for wasted
  10. Miss Divine

Links:MySpace

Ti potrebbe interessare...

IMG_5040

Sprecato – James Jonathan Clancy

La notte dell’anima non ha confini. Il castello del nostro Io più profondo non potrà …

Leave a Reply