Home / Editoriali / Imbarcoimmediatoin7minuti: intervista ai Merçe Vivo

Imbarcoimmediatoin7minuti: intervista ai Merçe Vivo

Imbarcoimmediatoin7minuti è l’album full-length d’esordio dei Merçe Vivo, una giovane band torinese che propone un originale pop misto a new-wave dove linee intense di sax forniscono colori unici e suggestivi. L’Ep Laportasiaprìconmoltorumore del 2006 già anticipava il talento e l’attitudine di questo quartetto. In quest’intervista ci presentano il loro lavoro registrato e prodotto all’ OFFStudio di Marco Milanesio (collaboratore di produzioni di Marlene Kuntz, Perturbazione, Larsen, Julia Kent). Quest’intervista ha anche l’obiettivo di promuovere l’idea dei 50 Buoni fedeltà che i Merçe Vivo offriranno ai loro sostenitori nello prossimo showcase del 12 aprile alla CSA Murazzi, Torino.

Due anni fa recensi il vostro EP d’esordio Laportasiaprìconmoltorumore che rivelava una certa originalità nei suoni e nei testi. Cosa resta di quell’Ep nell’album Imbarcoimmediatoin7minuti a parte la mancanza degli spazi tra le parole del titolo?
Resta la ricerca. Evoluta nel tempo come il nostro suono e i nostri pensieri. La formazione è cambiata notevolmente da allora e ogni nuovo arrivato ha saputo portare ingredienti originali. Rimane anche la libertà da schemi che caratterizza quello che tu hai chiamato originalità nei suoni e nei testi.

Quanto sono importanti le liriche nei brani dei Merçe Vivo? Mi ricordo che nell’Ep c’era un chiaro riferimento ad una poesia di Baudelaire… c’è qualche riferimento poetico illustre anche in qualche brano di questo disco?
Le liriche sono importanti per il suono che hanno le parole. Personalmente ricerco immagini che possano accompagnare le melodie degli strumenti tralasciando spesso concetti chiari o logorroiche escursioni. Nell’EP precedente il brano mortedegliamanti prendeva il titolo da una poesia di Baudelaire prendendone spunto per raccontare una storia personale, nel nuovo album si va in direzione di un ermetismo sensibile che lascia spazio a numerose interpretazioni trascurando la forma di racconto.

Tra le prime preview dei brani dell’album mi ha colpito Immagina, com’è nato questo brano?
Immagina rappresenta al meglio il concetto di evoluzione all’interno di Merçe Vivo. Il brano infatti è una rivisitazione della traccia Immagini del primo EP. Nella prima versione voleva essere un accattivante grido verso l’esterno, mentre ora è un viaggio all’interno di Merçe Vivo. Ci diverte molto giocare con le nostre idee, ci permette di avere una visione sempre aperta a diverse soluzioni e quindi sempre in crescita.
Non abbiamo uno schema rigido che da vita ai nostri brani, spesso accade che un’idea ritorni dopo mesi e venga stravolta improvvisando.

Il vostro sound mi colpì per i colori particolari che assumeva attraverso la presenza incisiva del sax. Nei nuovi brani gioca ancora un ruolo primario questo fantastico strumento?
L’approccio di Eros al sax è particolare ed è un ingrediente che sicuramente caratterizza il suono dei Merçe Vivo. Nei nuovi brani abbiamo tuttavia cercato di dare un colore primario ad ogni strumento, riservando momenti di “protagonismo sonoro” per ognuno di noi.

Imbarcoimmediatoin7minuti è stato registrato agli OFFStudio di Marco Milanesio (Larsen, 9cento9, Perturbazione) . Quanto è stato importante collaborare con Marco per la produzione del disco?
La collaborazione con Marco è stata fondamentale per la nascita del nuovo disco. Avendo lavorato insieme per le registrazioni del primo EP sapevamo già quali caratteristiche avrebbe portato Marco all’interno del nostro suono. Quando abbiamo mandato i provini del disco alla nostra etichetta, la Nagual Records/Nomadism, il primo commento ha lodato la qualità del suono. Lavorare con lui ci ha sempre aiutato a correggere errori e crescere professionalmente, è un professionista affidabile ed una persona accogliente.

Dopo il free-download ed il donation-ware per la distribuzione della musica voi proponete un’altra interessante iniziativa promozionale. E’ vero che il 12 aprile verranno distribuiti 50 Buoni fedeltà con i quali alla presentazione del disco in FNAC Torino Centro il 27 aprile si avrà diritto ad uno sconto di euro 5 sul prezzo del vostro disco (anzichè 10 euro)?
Esattamente, anche se in realtà l’iniziativa è nata come una scelta forzata. A causa di alcuni problemi in SIAE, la stampa del disco è in ritardo, per cui non avremo le copie del disco disponibili per il 12 aprile, data della presentazione ufficiale dell’album. Abbiamo pensato di non lasciare a mani vuote le persone che verranno a conoscerci e abbiamo studiato una specie di BUONI Fedeltà attraverso i quali, i fedelissimi che verranno a trovarci successivamente potranno acquistare direttamente dalle nostre mani il disco al prezzo speciale di Euro 5,00. Speriamo che l’iniziativa venga accolta anche per dimostrare che in Italia c’è ancora chi dà valore alla qualità di un supporto come il CD.

Di quale artista italiano e straniero i Merçe Vivo vorrebbero aprire il concerto?
Aprire i concerti non è sempre stimolante…la responsabilità di essere davanti al pubblico di altri e la confusione tra le esibizioni non danno la possibilità di godersi il concerto. Non amiamo l’idea di suonare principalmente per fini promozionali, per cui cerchiamo sempre situazioni in cui anche tra gli artisti avvenga uno scambio. In passato abbiamo condiviso il palco con artisti che stimiamo molto ed è sempre stata un’esperienza molto bella; sicuramente non sarebbe piacevole dividere il palco con chi non si sofferma ad ascoltare la nostra musica.

I canali tradizionali di promozione sono più efficaci rispetto ai nuovi strumenti che offre la rete come il MySpace?
I canali di promozione sono tutti molto validi. Un artista ha bisogno e deve sfruttare tutti i mezzi che ci sono, dal passaparola a MySpace. Non condividiamo i metodi freddi di SPAM che alcuni gruppi sfruttano per cercare contatti, dedichiamo massima attenzione a chi ci ascolta e a chi partecipa ai nostri concerti. Secondo noi il fulcro di una buona promozione resta nel calore umano e nell’interazione, altrimenti venderemmo automobili e non la nostra musica.

Imbarcoimmediatoin7minuti – Preview


Ti potrebbe interessare...

epo_small

Il viaggio di Enea : intervista a Michele De Finis (EPO)

Tornano dopo ben tre anni dall’uscita dell’EP Serpenti. Il ritorno è sorprendentemente in lingua napoletana, …

Leave a Reply