Home / Recensioni / Album / Senso – Guido Maria Grillo

Senso – Guido Maria Grillo

senso_g_maria_grillo_coverGuido Maria Grillo approda al suo terzo album dopo ben otto anni e ancora una volta dimostra di non scegliere le strade facili. Il suo talento vocale è indiscutibile e tutto può permettersi. Lo avevamo lasciato con Non è quasi mai quello che appare ad un iniziale passo verso melodie d’archi, tra strutture di classica contemporanea ed elettronica minimale. In Senso il cantautore salernitano vira completamente verso una lirica moderna, ricercando sempre più aperture ariose d’archi, fedele alleato del piano e della chitarra che traccia le rotte delle emozioni. Una scrittura mai banale caratterizza il suo “pop lirico”. Lontano anni luce dalle soluzioni mainstream che cercano contaminazioni con la lirica, Guido Maria Grillo ha il dono di condensare in manciate di minuti piccole “arie” di tempesta armonica. Sono impeti d’assalto di grande bellezza brani come Corpo Nudo, Canzone per me e Cosa Conta. Non c’è nulla di stucchevole e barocco nel mescolare Verdi con il cantato alla Jeff Buckley o alla Muse, anzi c’è una volonta di mettere al primo posto la tradizione e la storia del nostro Paese e riverginarlo per i posteri. Senso contiene musica per chi sa ancora emozionarsi e apprezzare il talento vocale che non ha bisogno di Auto-tune o altre diavolerie tecnologiche per sorprendere l’ascoltatore. La vera tecnologia della musica di Guido Maria Grillo è la voce umana e fortunatamente ancora ci emoziona come nessun altro strumento.

Credits

Label: Barezzi Label – 2019

Line-up: Parole e musica di Guido Maria Grillo (eccetto “Va, pensiero”, tratta da “Nabucco” di Giuseppe Verdi). Arrangiato da Roberto Esposito, Giovanni Rago e Guido Maria Grillo. Direzione artistica, Giovanni Sparano e Guido Maria Grillo. Produzione esecutiva, Barezzi Festival e Giovanni Sparano. Registrato, mixato e masterizzato da Andrea Rovacchi al Sonic Temple Studio di Parma.

Tracklist:

1. Corpo nudo
2. Nessuna cura
3. Cosa conta
4. Salsedine (mi avvelena)
5. L’attimo dell’abbandono
6. Canzone per me
7. L’egoismo
8. La speranza è una trappola
9. Tutto quello che un figlio
10. Va, pensiero

Links:Sito Ufficiale

Album – streaming

L’attimo dell’abbandono – Video

Ti potrebbe interessare...

Black Mountain - Destroyer

Destroyer – Black Mountain

Future Shade, nome forse ispirato dalla Dodge Destroyer, modello futuribile del 1985 ormai fuori produzione, …

Leave a Reply