Home / Recensioni / Album / 542 Giorni – CRNG

542 Giorni – CRNG

recensione_crng-542giorni_IMG_201601I CRNG sono quattro ragazzi che, partendo da Firenze, hanno deciso di portare il loro sound in giro per il mondo. Il percorso che li ha portati a registrare il loro album d’esordio è durato 542 giorni, da lì il titolo del disco che ci è capitato di recente tra le mani. Il lavoro è stato registrato interamente in presa diretta, prodotto e arrangiato da Andrea Brodi e dalla stessa band. L’artwork è stato curato da Nailya Bikmurzina, Andrea Brodi e Angelica Gallorini.
La sigla con la quale hanno scelto di identificarsi deriva dal francese “Carnage”, una parola dal suono dolce ma dal significato duro. Un dualismo che si trova anche nel sound della band, che alterna brani impulsivi e d’impatto a pezzi più malinconici. Gli undici brani che compongono 542 giorni presentano un buon rock tirato, fatto da chitarre in primo piano, una buona base ritmica e una dose di synth ed elettronica che non guasta. I testi, tutti in italiano, mostrano rabbia, irruenza e voglia di affermare la propria identità. Sono diretti ed emotivi, tanto che ti ritrovi a canticchiarli dopo pochi ascolti.
542 giorni è un album compatto, che mette in luce la grinta e le capacità della band. Un buon esordio che fa ben sperare per il futuro della band, se saprà utilizzare al meglio le proprie potenzialità.

Credits

Label: New Model Label – 2015

Line-up: Francesco Lo Torto – Pier Paolo Giovacchini – Luca Patrussi – Andrea Brodi

Tracklist:

  1. Prologo
  2. Bestie
  3. Inverno
  4. La notte
  5. Vento
  6. Frenesia
  7. Non hai avuto tempo
  8. Disprezzo
  9. Il peso reale della gioventù
  10. Tu sei morto dentro
  11. Sedativi

Links: FacebookSito Ufficiale

542 giorni – streaming

Vento – video

Ti potrebbe interessare...

Maria-Pia-De-Vito-Dreamers_900

Dreamers – Maria Pia De Vito

A quattro anni dal gustoso progetto Lazy songs, che oltre al fidato Enzo Pietropaoli al contrabasso …

Leave a Reply