Home / Recensioni / Album / Sopra la panca – Capra

Sopra la panca – Capra

sotto_la_panca_coverPunk-rock ed emo-core cantato, anzi gridato in italiano. Liriche irriverenti ed ironiche in questo progetto solista del leader dei Gazebo Penguins. Siamo nella zona di quel rock italiano tutto valvolare che è in piena scia di band come i Ministri. Rispetto al suono dei Gazebo Penguins, si sentono le tastiere di Andrea Suriani (I Cani) che aggiugono malta a quel muro di suono tipico del genere. Carine Il lunedi è la domenica del rock e Diciottenni. Mentre Scaletta scivola su trame più pop di matrice Negrita. L’obiettivo di Capra è quello di stordire con un rock che racconta l’assurdo quotidiano e sorprendere citando all’improvviso Borges (vedi Pierre Menard), perchè tutto questo risulterebbe molto rock. Alla fine il suo credo è un tritacarne che macina chitarre anni novanta scontate ma funzionali all’essenza punk del progetto. Un disco di rock che viene dallo stomaco senza filtri, ottimo per far sudare i diciottenni che non hanno mai conosciuto Iggy Pop… ma va bene anche questo tipo di rock incavolato e prevedibile dalla stessa Zocca di Vasco Rossi rispetto all’ipocrisia musicale perfettina dei talent-show.

Credits

Label: To lose la track\Garrincha- 2015

Line-up:  Capra  (chitarra, voce) – Roger (batteria) – Suri (tastiere).

Tracklist:

  1.  Il  lunedì  è  la  domenica  del  rock
  2.  Galline
  3.  Diciottenni
  4.  Scaletta
  5.  Margherita  di  Savoia
  6.  Pierre  Menard
  7.  La  finta  non  è  la  fine
  8.  Mio  padre  faceva  il  fabbro
  9.  MLVGRL
  10.  Rese

Link: Facebook.

Il lunedì è la domenica del rock video – Video

Ti potrebbe interessare...

Genesis - Selling England

Selling England by the Pound – Genesis

Can you tell me where my country lies? Said the unifaun to his true love’s …

Leave a Reply