Home / Recensioni / Album / Behind – Abulico

Behind – Abulico

abulico-behindUn disco. Due anime. Un nome. Un titolo. Il folk. Il rock. L’abulia, ovvero la mancanza di voglia, la comune pigrizia da una parte. La retrospezione, il guardarsi indietro per scoprire il futuro, dall’altra. Due strade e due intenzioni che hanno traduzioni completamente differenti in questo disco. Al ritmo e agli strumenti il compito di raccontarle. La lentezza è una cornice che pone solide pareti intorno al contenuto di Behind, opera prima dei napoletani Abulico. All’interno un luogo di varietà che rende liquido il concetto di genere, fino a creare una coerente mistura di folk e rock. L’intreccio è ben ponderato e non annoia. È tiepido l’incedere della prima parola (Not time to think the past). Lo è ancora quella dell’ultima (Grey sky). È incalzante il ritmo dei brani a seguire, dove il pensiero si fa rabbia ed esplosione (Betrayer). È essenziale il cuore armonico dei pezzi più introspettivi (Fixed). È classico l’arrangiamento quando non occorrono fronzoli (Walking on my road). È curato l’equilibrio laddove la melodia si rende morbida (A sign, Hide me). È forte e ben strutturato il concatenarsi di suoni e parole nelle tracce più riuscite (Tokio eyes). Nel suo insieme un disco che richiama fortemente le sonorità inglesi delle realtà più contemporanee. Ed è in questo contesto che si inserisce la voce di Alessandro: incerta, frammentaria eppure calda, contenitiva. Ti abbraccia, senza stringere. Talvolta si limita ad accarezzarti, altre si fa insistente e ossessiva. Si rinnova di traccia in traccia, mostrando ogni suo aspetto. Poco gradevoli invece gli echi delle seconde voci che si insinuano in diversi brani: deviano senza aggiungere altro, confondono disarmonizzando. Questa forse l’unica pecca di Behind, disco che, pur non offrendo novità stravolgenti, risulta un buon esordio.

Credits

Label: Seahorse Recordings – 2009

Line-up: Alessandro (lead vocals, guitar) – Baba (bass, glockenspiel, back vocals) – Jonathan (drums) – Fico (lead guitar, back vocals) – Paolo Messere (additional synth)

Tracklist:

  1. Not time to think the past
  2. Destiny
  3. Fixed
  4. Betrayer
  5. Walking on my road
  6. A sign
  7. Tokio Eyes
  8. Hide me
  9. Life and story of J.M.
  10. Leave me out
  11. Days
  12. Grey sky

Links:Sito Ufficiale,MySpace

Ti potrebbe interessare...

SAN113LP_12Dprint_

Niente di nuovo tranne te – Andrea Satta

A quasi dieci anni dall’ultima prova dei Têtes de Bois, Andrea Satta approda al suo …

Leave a Reply